spring-beer-festival

Birre artigianali e street food: a Roma c’è lo Spring Beer Festival

L’evento si svolgerà dal 19 al 22 maggio nella Città dell’Altra Economia di Testaccio. Il tema di questa 7ª edizione è “Torniamo a far festa”, da affrontare insieme a 20 mastri birrai da tutta Italia

Sarà ancora una volta la Città dell’Altra Economia del Testaccio, meglio conosciuta dai romani come l’ex Mattatoio, a ospitare dal 19 al 22 maggio la settima edizione dello Spring Beer Festival, il grande evento ad ingresso gratuito dedicato alle birre artigianali italiane abbinate al più genuino e tradizionale street food. Il tema di questa edizione, il primo grande evento che inaugura la bella stagione capitolina, sarà “Torniamo a far festa” in compagnia dei mastri birrai di 20 realtà brassicole italiane

Le novità allo Spring Beer Festival 2022 

Le novità del cartellone saranno tante in questo settore in grande evoluzione e sempre più oggetto di interesse. Molti i fedelissimi attesi in questa manifestazione organizzata da Maulbeer Birreria e da Arrosticini Tornese, ma saranno tanti anche i visitatori e i curiosi a cui saranno garantiti quattro giorni pieni di sorprese. Come sponsor, l’UDB, l’Unione Degustatori Birre, organizzerà piccoli tour a tema che toccheranno cinque stand con altrettanti assaggi, preceduti da una breve introduzione al tema portante scelto per l’occasione. Sarà un vero e proprio “Beer Trail”, un nuovo e dinamico approccio alla degustazione guidata. Ma tante altre saranno le esperienze a tema birrario con il coinvolgimento dei birrifici, con info ed orari consultabili alla pagina Facebook e del sito web dell’evento. Complessivamente saranno 150 le birre proposte nei venti stand, comprese le gluten free e le speciali. 

Un villaggio della birra 

 

 

A differenza delle scorse edizioni, l’area espositiva avrà le caratteristiche di un vero e proprio villaggio della birra: una grande tensostruttura, aperta e accessibile da tre lati, sotto la quale saranno disposti i banchi dei vari birrifici. Come sempre, le birre saranno servite nei bicchieri di vetro dedicati (pinte romane), acquistabili in cassa al costo di 3 euro. A disposizione un comodo porta bicchiere a tracolla e una guida completa delle birre e dell’offerta gastronomica. L’acquisto di birra e cibo verrà fatto con il gettone che sarà come sempre la “moneta” del festival. Un gettone (2 euro) darà diritto a una mezza birra da 0.15 l, e 2 gettoni per la birra intera da 0.3 l. L’area degustazione avrà tavoli, panche e sedie e altrettando ampia saranno l’area food e quella riservata ai bambini. 

I birrifici presenti 

 

 

Questi i Birrifici presenti: i fedelissimi A Magara, Bibibir, Birrificio Pontino, Birrificio del Forte, Birrone, Croce di Malto, Eastside Brewing, ECB – Eternali City Brewing, Free Lions Brewery, La casa di cura, Jungle Juice Brewing, Lucky Brews, Mastri Birrai Umbri, Piccolo Birrificio Clandestino, Vetra Le novità Birrificio Gravità Zero – Birra Treebale, Humus – Birrificio artigianale, Podere 676 Birrificio agricolo, RadioCraft Brewery, Schininà Brewing e TIP – Birrificio artigianale. L’ospite speciale quest’anno sarà La Distilleria De Marco che porterà i suoi prodotti artigianali e la sua nuova linea “gin”. 

La proposta gastronomica 

Generosa di promesse golose sarà come di consueto l’area food. Si potranno degustare gli arrosticini abruzzesi e le polpette della nonna, i cartocci di pizza fritta classica, le mantovane condite con i classici della cucina romana e con crema di broccoli, pecorino e guanciale croccante. Non mancheranno, immancabile omaggio alla città di Roma, i supplì classici al ragù e cacio e pepe, il cartoccio di patate, la mozzarella in carrozza, i cartocci di calamari e gamberi, alici con panatura alle erbe di campo, le polpette e i panini vegetariani e anche i nigiri, per gli amanti dell’esotico. E di certo non potrà mancare la musica con dj, dall’aperitivo fino a notte.

Per i più piccoli 

Grande attenzione alle esigenze delle famiglie e soprattutto dei più piccoli con varie attività e laboratori come “Per fare un gioco”, “Zoologia fantastica” ispirata a Jorge Luis Borges e “Animali e laboratorio pittorico” su sculture di cartapesta, con fornitura di pennelli e tutto il necessario per un’attività creativa.  Altri contest, per piccoli e grandi, consentiranno di vincere il bicchiere celebrativo del festival o i gettoni da investire nel gusto. 

Città dell’Altra Economia 
Largo Dino Frisullo 00153 Roma RM

Fonte: Italia A Tavola

Per tutte le info: info@roma-news.it

Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.