videoarte-a-roma

Videoarte in Italia. A Roma una grande mostra al Palaexpo e alla Galleria d’Arte Moderna

UN’UNICA GRANDE MOSTRA A ROMA, DUE LUOGHI PER LA VIDEOARTE: A PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI LE TRASFORMAZIONI DEL FORMATO INSTALLATIVO. ALLA GAM LE SPERIMENTAZIONI E I PROGRAMMI TV FATTI DA ARTISTI

L’Italia è da sempre un punto di riferimento per la sperimentazione video. Così è in arrivo a Roma una grande mostra in due sedi che vuole celebrare questo primato fin dagli anni ’60. Stiamo parlando del progetto espositivo, promosso da Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali Azienda Speciale PalaexpoIl video rende felici. Videoarte in Italia, a cura di Valentina Valentini, in programma dal 12 aprile al 4 settembre al Palazzo delle Esposizioni e alla Galleria d’Arte Moderna. Tra video monocanale, installazioni video, multimediali, interattive, sono in mostra in tutto 19 installazioni a cui si aggiungono oltre 300 opere raccolte all’interno di rassegne dedicate come Lo schermo dell’arte, per un totale di oltre 100 artiste e artisti coinvolti, con lo scopo di evidenziare le interferenze del video con il cinema, la tv, il teatro, la danza, la fotografia, le arti plastiche. Alle opere esposte si affiancano i numerosi documenti, bozzetti, disegni, locandine, manifesti, fotografie e cataloghi, che ne ripercorrono il processo produttivo e il contesto storico. Ecco le immagini in anteprima…

Fonte: Artribune

Disney: L’arte di raccontare senza tempo a Roma

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica di Palazzo Barberini a Roma, dal 15 aprile al 25 settembre 2022, presentano la mostra Disney. L’arte di raccontare senza tempo, realizzata dalla Walt Disney Animation Research Library, a cura di Federico Rieccomi, critico del fumetto e del cinema di animazione, e promossa da 24 Ore Cultura – Gruppo 24 Ore.

Raccontare storie senza tempo riuscendo a incantare il pubblico è considerata una vera e propria arte, ma dietro l’immediatezza tipica del risultato artistico perfetto si nasconde un lavoro di ricerca creativa che dura anni, generalmente ignoto a chi ascolta queste storie.

“Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo”, racconta al pubblico questo processo creativo, grazie a preziose opere originali provenienti dagli Archivi Disney di questi immortali lungometraggi e di altri celebri film dei Walt Disney Animation Studios. L’esposizione presenta i capolavori di Walt Disney, riconducendo le storie alle antiche matrici di tradizione epica: sono i miti, le leggende medievali e il folklore, le favole e le fiabe che costituiscono da secoli il patrimonio narrativo delle diverse culture del mondo. Da queste tradizioni derivano le storie più famose da cui sono stati tratti i film Disney e vengono presentate in chiave narrativa attraverso l’esposizione dei bozzetti preparatori di ricerca creativa, incentrati sull’esplorazione di personaggi, ambientazioni e trame narrative. Il grande sforzo innovativo degli artisti di Disney fu infatti – e lo è tutt’oggi – quello di portare queste storie al cinema utilizzando diversi strumenti artistici, dal disegno a mano all’animazione digitale, per captare l’essenza delle favole antiche e rivitalizzarle, attualizzandone il valore universale.

In mostra il visitatore potrà ripercorrere l’elaborazione dell’intero processo creativo dietro le quinte di un racconto Disney e verrà incoraggiato a diventare egli stesso un narratore, percorrendo le sale della mostra non solo come spettatore passivo di contenuti, ma come attore protagonista degli stessi. Attraverso postazioni interattive e un allestimento che evoca gli scenari dei grandi capolavori dell’animazione Disney, sarà lo stesso percorso di visita a fornire i ferri del mestiere di ogni grande storyteller. Sala dopo sala ognuno potrà sperimentare gli elementi strutturali fondamentali per dare vita a qualsiasi narrazione fino a provare l’emozione di immedesimarsi nel lavoro di un artista dell’animazione attraverso le stesse tecniche dei Disney Studios.

Per maggiori info è possibile visitare il sito mostradisneyroma.it

disney-l-arte-di-raccontare-senza-tempo-a-roma

Fonte: Satyrnet.it

Pasqua nel Lazio: i migliori itinerari in moto

Pasqua nel Lazio? Sì, grazie! Abbiamo scelto la regione geograficamente più “centrale” d’Italia per trascorrere la festa primaverile per eccellenza.

La giornata di Pasqua, si sa, da sempre rivela molte sorprese culinarie, si mangia tanto e ci si diverte con amici e parenti. Pasquetta è invece il giorno in cui ci si può prendere dello spazio per sé stessi, per vivere al meglio la propria passione, da solo, in coppia o con un gruppo di amici.

Noi di TrueRiders vi consigliamo i migliori motoitinerari Lazio, coniugando l’amore per il contatto con la natura e la conoscenza di territori pieni di cultura storica e gastronomica:

Pasqua ai Castelli Romani

Da sempre i Castelli Romani, data anche la vicinanza con la capitale, si sono prestati ad essere località dove trascorrere le giornate di festa, accompagnate da una gita nelle innumerevoli “fraschette” presenti nei 17 comuni della zona.

I Castelli hanno l’evidente vantaggio di offrire un percorso consono al vero motociclista, pieno di curve e tendente alla salita, dove l’urbano si incontra con la natura. Passare la nostra Pasqua nel Lazio.

La scelta è varia e ben integrata; si può decidere di visitare Frascati, località dal centro storico ameno, piuttosto che dirigersi nella zona di Ariccia, dove gustare del buon vino, o a Rocca di Papa, località molto legata alle tradizioni culinarie castellane, come la polenta con la salsiccia e le fettuccine di farina di castagne ai funghi porcini.

Pasqua nel Viterbese

Il Viterbese offre molti punti d’interesse d’inestimabile valore ed importanza; è possibile iniziare il proprio itinerario in moto da Civita di Bagnoregio, borgo quasi del tutto disabitato ma che è ancora possibile visitare senza perdere la sua caratteristica bellezza suggestiva e da cui è possibile avere una splendida visuale su un territorio che mette in collegamento la valle de Tevere ed il Lago di Bolsena.

Proseguendo per il parco di Bomarzo, voluto da Lorenzo il Magnifico e ritenuto il primo vero e proprio parco di divertimenti esistente in Italia, con rappresentazioni in pietra di figure mitologiche e mostruose, piuttosto che decidere di organizzare un itinerario più culturale con la visita di Tuscania e le sue necropoli etrusche.

Pasqua al Circeo

Il parco nazionale del Circeo è una delle mete naturalistiche più belle del basso Lazio. In questo luogo, tra la provincia di Latina e il confine con la Campania, vi ritroverete circondati dalle magnifiche spiagge di Sperlonga e Sabaudia, i templi di Terracina, la cucina di mare di Gaeta Formia e il grande promontorio del Circeo, perfetto per chi vuole lasciare la moto e proseguire a piedi.

E visto che Pasqua quest’anno cade a metà aprile, chissà che nella borsa moto o nello zaino non dovrete portarvi anche un costume per il primo bagno dell’anno.

Valle di Comino in moto

A Pasqua, non rinunciare ai sapori della tradizione anche se sei in viaggio in moto. E quale meta migliore della Valle di Comino? Da Latina ci spostiamo verso Frosinone, in quella Ciociaria che è un vero e proprio crogiolo di specialità della cucina del Lazio.

Tutt’intorno a te, inoltre, troverai antichi borghi immersi nel verde, salite e discese, e luoghi da scoprire che ti lasceranno a bocca aperta come San Donato Val di Comino, Alvito, Atina e Picinisco.

Lago di Bracciano

Il grande Castello Orsini – Odescalchi, dove si sono sposati tanti vip (Tom Cruise, Eros Ramazzotti tra i tanti) domina il Lago di Bracciano, un’ora soltanto da Roma. Un luogo idilliaco, dove poter passare una originale Pasqua nel Lazio.

Ma non solo: nei dintorni del lago, non perderti la visita al bellissimo Museo Storico dell’Aeronautica Militare a Vigna di Valle, con tanti aeroplani e oggetti. 

pasqua-nel-lazio-i-migliori-itinerari-in-moto

Fonte: TrueRiders

Per tutte le info: info@roma-news.it

Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.