Il-derby-è-giallorosso

Roma-Lazio 3-0: doppietta Abraham e Pellegrini. Mourinho batte Sarri, il derby è giallorosso

La Roma fa tutto nei primi 45 minuti: vince il derby 3-0 e sorpassa la Lazio in classifica. In rete Abraham con una doppietta e Pellegrini grazie a una punizione perfetta.

José Mourinho esclude Zaniolo e schiera Oliveira a centrocampo a supporto di Cristante, sulla trequarti Mkhitaryan e Pellegrini, in attacco Abraham. In difesa Kumbulla preferito a Ibanez, sugli esterni Karsdorp e Zalewski. La Lazio risponde con Hysaj, Luiz Felipe, Acerbi e Marusic in difesa, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto a centrocampo e Felipe Anderson, Immobile e Pedro in attacco.

La formazione della Roma annichilisce quella della Lazio in 45 minuti: Abraham firma una doppietta e Pellegrini sigla il 3-0, ma anche Mkhitaryan e Oliveira hanno contribuito a stordire la squadra di Sarri rimasta a guardare senza accennare la reazione. Pronti via è l’ex Chelsea a sferrare un gancio ai biancocelesti con un gol tanto fortuito quanto pesante: angolo battuto da Pellegrini, la palla rimbalza sulla traversa e finisce sulla coscia dell’inglese che non deve far altro che vedere la sfera entrare in rete. La Lazio prova a rispondere con Immobile che sbaglia un controllo in area facendosi sbilanciare da Ibanez.

La Roma non resta a guardare e segna il 2-0, sempre con Abraham che riceve da Karsdorp un cross teso che insacca di piatto al volo. Lo stadio esplode, la Roma ha in mano il doppio vantaggio al 22’ del primo tempo e si può permettere gestire la partita. La Lazio non è in giornata, non riesce a costruire azioni offensive ed è sempre a ricasco dei giallorossi. Il primo tiro in porta arriva al 37’ con Felipe Anderson, ma Rui Patricio si fa trovare pronto. Siamo al 40’ quando Pellegrini tira fuori dal cilindro una punizione perfetta: palla che finisce sotto l’incrocio dei pali, Strakosha non può nulla se non vedere la Curva Sud davanti sé esplodere. Negli ultimi minuti del primo tempo la traversa di Mkhitaryan e gli “olè” del pubblico. Mourinho non la prende bene, si agita e va verso la Sud facendo segno di fare silenzio. Leader. Nella ripresa la Lazio cerca di proporre il suo gioco, affacciandosi nell’area romanista ma senza ferire.

I giallorossi si difendono e provano a innervosire la partita (Mancini rimedia il cartellino giallo numero 17 in stagione). Sarri sostituisce Hysaj con Lazzari per dare più spinta alla squadra, poi è il turno di Cataldi e Romero per Leiva e Felipe Anderson. L’azione più pericolosa dei primi 20 minuti della ripresa, però, nasce dai piedi di Cristante che lancia Abraham, l’inglese controlla in area e tira, ma la palla esce al lato. Mourinho gioca a scacchi, intuisce che Zalewski soffre sulla sinistra e dopo un’ammonizione lo sostituisce con Vina. Poco dopo Oliveira subisce una ginocchiata alla schiena, è pronto a entrare Veretout ma il portoghese vuole restare in campo e provare. La sostituzione arriva cinque minuti dopo, subito dopo una punizione di Cataldi finita alta. La Lazio prova a rialzare la testa nei minuti finali, ma Rui Patricio disinnesca tutte le azioni pericolose. Mourinho vince il suo primo derby e si porta a 51 punti in classifica sorpassando la Lazio ferma a 49.

Fonte: Il Messaggero

Roma, Totti non si perde nemmeno il derby: in tribuna all’Olimpico, cori dei tifosi

L’ex capitano giallorosso non si perde più una partita allo stadio

ROMA – Francesco Totti non se ne perde più una. L’ex capitano della Roma è anche oggi all’Olimpico per il tanto atteso derby della capitale, quello che lui ha giocato per oltre vent’anni e sempre da protagonista. Le telecamere dell’Olimpico hanno inquadrato Totti sui maxi schermi, lui ha salutato i tifosi della Roma che gli hanno riservato tanti cori. E’ il suo primo derby all’Olimpico da quando ha lasciato il ruolo dirigenziale, i tifosi sperano possa essere un ulteriore amuleto per la vittoria. 

Fonte: Corriere dello Sport

Derby, la Roma risponde alla scenografia laziale: “I lupi attaccano in branco”

La risposta social del club giallorosso allo striscione laziale “Le aquile non volano a stormi”

ROMA – Il derby si tinge di giallorosso. Grande vittoria della Roma per 3-0 grazie alla doppietta di Tammy Abraham e la rete di Lorenzo Pellegrini. il derby si aperto con le due scenografie delle Curve Nord e Sud, e proprio a quella laziale la Roma ha voluto rispondere sui social al termine della partita. Nella coreografia biancoceleste era presente lo striscione “Le aquile non volano a stormi”. La risposta social della Roma“È i lupi attaccano in branco”. Lo sfottò post vittoria era scontato. 

Fonte: Il Corriere dello Sport

Mourinho tra derby e Mondiali: “Grande Roma, ora forza Portogallo”

Il tecnico portoghese dopo il 3-0 alla Lazio: “La squadra è riuscita a fare tutto quello che avevamo preparato. I playoff per il Qatar? Amo l’Italia, ma non posso essere neutrale”

ROMA – “Oggi è stato speciale perché tutto quello che avevamo preparato i ragazzi sono riusciti a metterlo in pratica. Non può che essere soddisfatto José Mourinho dopo il 3-0 con cui la sua Roma ha travolto la Lazio nel derby dell’Olimpico. Una gara già chiusa nel primo tempo, “ma anche nella ripresa abbiamo gestito bene nel momento in cui gli avversari avevano provato a reagire spiega il tecnico che prima del riposo aveva rimproverato il pubblico, ‘reo’ di aver accompagnato il palleggio giallorosso con degli ‘olè’ da lui giudicati prematuri“Già non mi piacciono a fine partita, figuriamoci al 43′ del primo tempo – dice il portoghese –. Non volevo che i giocatori interpretassero la partita come già finita, tanto che Ibanez ha perso un pallone e abbiamo rischiato. Giocare per vincere sempre, ma serve il rispetto dell’avversario”.

Verso i playoff mondiali: “Tiferò Portogallo”

Più bastone che carota poi con Abraham, mattatore della stracittadina con una doppietta: “Sento sempre dire che è fantastico, ma non sono d’accordo – afferma Mourinho – perché da lui esigo tanto e ha le potenzialità per giocare ogni gara con l’atteggiamento di oggi. E non parlo dei gol. La prestazione del centravanti è stata più importante delle due reti per l’allenatore romanista, che carica i suoi in vista del rush finale di campionato: “Le prime quattro della classifica non sono raggiungibili e noi dovremo con Atalanta, Lazio e Fiorentina che stanno giocando bene come noi. C’è differenza tra finire quinti o ottavi e vediamo dove riusciremo ad arrivare”. Chiusura poi sui playoff Mondiali“Amo l’Italia, mi piace viverci e sono riconoscente per quello che mi ha dato ma non posso essere neutrale. Tiferò Portogallo – ‘confessa’ Mou’ -, ma non dimentichiamoci che prima le due squadre devono battere Macedonia e Turchia.

Fonte: Tuttosport

La vittoria nel derby spinge la Roma in Borsa

Roma – Il clamoroso successo nel derby spinge la Roma anche in Borsa. Questa mattina il titolo giallorosso ha aperto a 0,301 euro per azione, in crescita del 2,73% rispetto all’ultima chiusura.

La capitalizzazione di mercato è pari a 189,3 milioni di euro, scrive Calcio e Finanza. Al contrario il titolo della Lazio ha ceduto l’1,84% in apertura scendendo a quota 0,9620 euro per azione. 
Per tutte le info: info@roma-news.it
Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.