guerra-in-ucraina-fondazione-s-s-lazio-1900

Guerra in Ucraina: l’iniziativa della Fondazione S.S.Lazio 1900 per la popolazione ucraina. Ecco come partecipare

La Fondazione S.S. Lazio 1900 ha organizzato una raccolta di solidarietà per la popolazione ucraina in ginocchio per via della guerra. Ecco le informazioni utili e come partecipare

Non si fermano gli aiuti alla popolazione ucraina in ginocchio a causa della guerra. Non manca l’apporto della Fondazione S.S. Lazio 1900 che ha annunciato un’iniziativa di solidarietà per il popolo ucraino.

L’iniziativa

La Fondazione S.S. Lazio 1900 ha allestito due punti di raccolta al Circolo Canottieri Lazio  e alla Torretta di Piazza della Libertà dove si potranno donare beni di prima necessità quali medicinali, biancheria, prodotti per l’igiene, cibo in scatola e secco. La raccolta inizierà lunedì 14 marzo e terminerà domenica 20 marzo.

Il materiale raccolto verrà poi portato nei centri di accoglienza al confine polacco-ucraino nei pressi di Leopoli con un pulmino con le insegne della Società Sportiva Lazio che partirà da Roma lunedì 21 marzo.

I punti di raccolta

DI seguito i dettagli degli orari nei punti di raccolta dal 14 al 20 marzo:

  • • Circolo Canottieri Lazio (Lungotevere Flaminio 25) tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 21
  • • Torretta sede della Fondazione S.S.Lazio 1900 (Piazza della Libertà) tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 14  alle ore 19.

Link utili

Per chiedere maggiori informazioni è possibile contattare la Fondazione all’indirizzo mail: fondazione@sslazio.org, o sulle sue pagine social.

Fonte: Roma Today

Visitate il sito: https://fondazionesslazio.org/

Il mondo del calcio si mobilita per l’Ucraina

Raccolte fondi, materiali di prima necessità, vendite all’asta delle maglie autografate dei giocatori per aiutare la popolazione in guerra. La Fondazione Lazio apre due punti raccolta da lunedì 14

Tutto il calcio italiano si mobilita per l’Ucraina. Non solo con messaggi di pace sulle maglie indossate durante le partite di calcio, ma anche con raccolte fondi e materiali di prima necessità per la popolazione di Kiev o vendendo all’asta le speciali divise pro Ucraina autografate dei giocatori.

Lazio

La Fondazione S.S. Lazio 1900 da lunedì 14 marzo a domenica 20 allestirà due punti di raccolta per beni di prima necessità al Circolo Canottieri Lazio (orario 8-21) e la Torretta di Piazza della Libertà (9-13 e 14-19) a Roma. Quanto raccolto verrà portato nei centri di accoglienza al confine polacco-ucraino nei pressi di Leopoli con un pulmino con le insegne della Società Sportiva Lazio che partirà da Roma lunedì 21 marzo.

Milan

Il Milan ha istituito un canale di raccolta fondi in favore della Croce Rossa Italiana, attraverso una prima donazione mirata a fornire kit di primo soccorso. Inoltre con il sostegno del calciatore ucraino Andriy Shevchenko, il club ha concepito una nuova speciale maglia “replica”, Special Edition-Manchester 2003 for Ukraine, personalizzata Shevchenko 7 e ispirata a quella indossata dal Pallone d’Oro 2004 durante la finale di Champions League 2002/03 di Manchester. Si può acquistare online da oggi al prezzo di 50 euro, a cui poter aggiungere una donazione ulteriore di 15, 30 o 50 euro. Attraverso Fondazione Milan, i proventi saranno devoluti sempre alla Croce Rossa Italiana per il progetto Ucraina. Così come saranno devoluti allo stesso scopo i ricavi delle aste di beneficenza delle maglie indossate dalla prima squadra maschile in occasione dell’ultimo derby di Coppa Italia, con la bandiera dell’Ucraina, la scritta “Peace” e l’autografo del calciatore che le ha vestite, così come anche i ricavi della vendita all’asta delle maglie da gara con la scritta “AC Milan for Peace” che la prima squadra femminile indosserà domani, 12 marzo, per la semifinale d’andata di Coppa Italia contro la Juventus.

Napoli

Il club ha rinunciato alle maglie gara “Maradona Game Special Edition”, inizialmente preparate per il match di domenica scorsa contro il Milan. Queste verranno autografate dai calciatori azzurri e messe all’asta. Il ricavato verrà devoluto in beneficienza a una onlus attiva nell’accoglienza dei profughi ucraini.

Roma

Il club giallorosso sempre nell’ultima giornata di campionato ha indossato una patch simbolica con il logo di Acnur e un cuore con i colori della bandiera dell’Ucraina. Le maglie verranno anche in questo caso messe all’asta e il ricavato devoluto all’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati per le attività a sostegno dei profughi minori ucraini. Il club, inoltre, ha attivato un network nella città di Roma dove i tifosi potranno consegnare beni di prima necessità.

Spezia

La società ligure ha avviato una iniziativa al fianco di Save The Children; il 50% del ricavato proveniente dalla vendita dei biglietti di Spezia-Cagliari di domani 12 marzo alle ore 15.00 verrà donato all’organizzazione non governativa che da anni lavora per aiutare bambini colpiti dalle emergenze in tutto il mondo.

Atalanta

Quindici calciatori dell’Atalanta hanno messo all’asta le loro magliette autografate per una raccolta fondi a favore della popolazione ucraina. L’iniziativa è di Roksana Malinovska, moglie di Ruslan Malinovskyi.

Fonte: Avvenire

Per tutte le info: info@roma-news.it

 

Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.