i-maneskin-congelano-il-tour

I Maneskin ‘congelano’ il tour

I Maneskin ‘congelano’ il tour, solidali con chi soffre

Erano attesi 7 marzo a Kiev, 9 a Mosca, 11 a San Pietroburgo

“Nonostante il nostro desiderio di darvi aggiornamenti sul tour europeo e italiano entro il 1° marzo, non siamo in grado di definire e condividere le nuove date in questo momento di tensione per l’Europa e per il mondo intero.

Siamo più vicini che mai a tutte le persone afflitte dalla guerra in questo momento”.

Con un post sui social i Maneskin annunciano l’impossibilità di ridefinire le date del Loud Kids on Tour ’22, già rinviato a fine gennaio per le restrizioni legate alla pandemia.
    “Siamo più vicini che mai ai nostri fan, ai nostri partner e a tutte le persone afflitte dalla guerra in questo preciso momento”, scrivono in un messaggio pubblicato in italiano e inglese. “La nostra solidarietà va a tutti coloro che stanno soffrendo a causa del conflitto in Ucraina e speriamo che la violenza in atto possa vedere una fine. Insieme a questa speranza abbiamo anche quella di potervi dare aggiornamenti il prima possibile, in tempi di pace. Vi ringraziamo per la grande pazienza e per la comprensione, come sempre. Vi siamo più vicini che mai e abbiamo grande speranza per il futuro”.
    Nel calendario del tour erano previste date sia in Ucraina sia in Russia: il 7 marzo a Kiev, il 9 a Mosca e l’11 a San Pietroburgo. 

Fonte: Ansa

L’Italia domina in Europa tra sport, canzoni e giochi

Negli ultimi 12 mesi in Europa c’è stato un autentico dominio dei colori italiani su diversi fronti. Tutto è iniziato con la bellissima vittoria dei Maneskin all’Eurovision Song Contest 2021, e successivamente è stato tutto un crescendo: dalla musica si è passati allo sport, ma anche nei giochi a premi la bandiera italiana ha dato grandi soddisfazioni.

La vittoria dei Maneskin

Ogni anno in Europa si svolge l’Eurovision Song Contest, un festival musicale internazionale nato nel 1956 a Lugano. Nel 2021 il trofeo è tornato in Italia dopo oltre 40 anni grazie ai Maneskin, che con il loro singolo Zitti e buoni hanno sbaragliato la concorrenza. Era dal 1980 che un brano italiano non finiva sul gradino più alto del podio (quella volta fu Toto Cutugno a trionfare). La vittoria all’Eurovision, arrivata dopo quella di qualche mese prima a Sanremo, è stata un trampolino di lancio per la band romana, che ha vissuto un 2021 da favola che a novembre gli ha visti salire sul palco di Las Vegas per l’apertura del concerto dei Rolling Stones.

Le vittorie azzurre all’Eurojackpot

Gli italiani sono da sempre affezionati ai giochi a premi. Negli ultimi mesi sono arrivate delle belle vincite anche all’Eurojackpot, il concorso a premi settimanale al quale partecipano ben 18 Paesi europei, tra cui Italia, Olanda, Danimarca, Germania, Spagna e tanti altri. Nel nostro Paese, a Napoli per la precisione, è stato realizzato il primo 5+0 del 2022 dal valore di quasi 150.000 euro.

L’Eurojackpot mette in palio delle cifre molto importanti ogni settimana. Per il bottino grosso, il famoso 5+2, si è registrata in Europa la media valore per vincitore (nel 2021) di 26 Milioni di euro. Il tetto massimo di vincita stabilito per il 5+2 è di 90 milioni di euro, mentre quello minimo, che viene rimesso in palio dopo una vincita, è di 10 milioni.

Un fantastico anno di sport

L’Italia ha dominato il panorama sportivo europeo nel corso degli ultimi 12 mesi. Il primo grande successo è stato quello della nazionale di calcio, che ha riportato a casa il titolo di Campione d’Europa che mancava del 1968 grazie alla vittoria ottenuta ai rigori contro l’Inghilterra a Wembley.

Negli sport di squadra il 2021 ci ha regalato anche i due titoli continentali, quello femmenile e quello maschile, nella pallavolo. Ad inizio settembre sono state le ragazze ad alzare la coppa al cielo, guidate da una fenomenale Paola Egonu, eletta migliore giocatrice del torneo. Qualche settimana più tardi il giovane ed affiatato gruppo maschile, guidato in campo da capitan Giannelli ed in panchina dal bravissimo Fefé De Giorgi, ha bissato il successo delle ragazze per una doppietta storica.

A fine ottobre è arrivato il titolo europeo anche per il Football americano, con gli azzurri che si sono imposti nettamente in finale sulla Svezia (41-14 il finale).

Nel mezzo, in piena estate, abbiamo potuto godere dei trionfi olimpici, alcuni dei quali resteranno per sempre nella storia dello sport mondiale: Gimbo Tamberi che trionfa nel salto in alto e soprattutto un fulmine di nome Marcell Jacobs che ha portato in Italia per la prima volta il titolo olimpico dei 100 metri piani. Ma visto che non era abbastanza, gli azzurri della 4×100 hanno firmato un’altra impresa storica, conquistando l’oro olimpico anche in questa disciplina che non ci aveva mai visti tra i protagonisti.

Fonte: Il Corriere della Città

Per tutte le info: info@roma-news.it

 

 

Like (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.