stop-alle-restrizioni-all-aperto

Stop alle restrizioni all’aperto

Stop alle restrizioni all’aperto, ecco da quando: c’è una data

Le tappe verso il ritorno alla normalità proseguono con la fine dello stato d’emergenza: il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, conferma l’addio alle restrizioni all’aperto. Vediamo da quando.

Niente più restrizioni all’aperto. Da aprile le limitazioni negli spazi aperti saranno eliminate e si potrà tornare, per esempio, alla consumazione al bar e al ristorante senza bisogno di green pass, almeno per i tavoli che non si trovano all’interno del locale.

La road map delle riaperture del governo Draghi passa per una data fondamentale, quella del 31 marzo, l’ultimo giorno dello stato d’emergenza per Covid che non dovrebbe poi essere prorogato. Da quel giorno le restrizioni verranno allentate.

Soprattutto all’aperto, come conferma il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa. Si partirà quindi dall’addio della certificazione verde per luoghi come i ristoranti o i bar all’aperto, mentre al chiuso le limitazioni resteranno in vigore ancora per un po’.

L’annuncio di Costa: stop a restrizioni all’aperto

Costa parte dai dati che confermano la possibilità che il 31 marzo non venga rinnovato lo stato d’emergenza per il coronavirus. A quel punto, spiega, inizierà una nuova fase che prevede l’allentamento graduale delle misure restrittive in campo.L’alleggerimento delle regole anti-Covid partirà dall’utilizzo del green pass che, come lascia intendere il sottosegretario, non verrà più richiesto all’aperto. Al contrario nei locali al chiuso servirà ancora e la distinzione tra aperto e chiuso sarà ancora più marcata.

La fine dello stato d’emergenza

La scadenza dello stato d’emergenza è prevista per il 31 marzo. Con la fine dell’emergenza si tornerà simbolicamente alla normalità, tanto che qualcuno ha già definito l’1 aprile come un “freedom day”.

Da quel giorno, infatti, ripartiranno senza restrizioni alcune attività, specie quelle legate al turismoristoranti, hotel e anche lo shopping. Non a caso già dall’1 marzo i viaggiatori provenienti da paesi extra-Ue potranno entrare in Italia avendo semplicemente il green pass base (quindi con vaccino, guarigione o tampone).

Come cambia il green pass ad aprile

Il decreto riaperture del governo dovrebbe arrivare a marzo, probabilmente entro la metà del mese. E la prima novità riguarderà il green pass: dove oggi è richiesto quello rafforzato potrebbe essere sufficiente quello base (quindi anche con tampone).

All’aperto invece dovrebbe essere cancellato: tutte le attività legate al turismo probabilmente non dovranno più richiederlo da aprile. L’obiettivo è quello di incentivare i turisti per le vacanze di Pasqua e poi per quelle estive.

Quali restrizioni all’aperto verranno eliminate

Le prime restrizioni a cadere sono quelle riguardanti bar e ristoranti all’aperto: da aprile quasi certamente non verrà più richiesto il green pass. Stesso discorso potrebbe valere per i siti culturali all’aperto, per le piscine e le attività sportive all’aperto: le restrizioni potrebbero sparire, a partire dal green pass.

Fonte: Money.it

Per tutte le info: info@roma-news.it

 

Like (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.