carciofi-ripieni-al-forno

Carciofi ripieni al forno

La ricetta dei carciofi ripieni al forno, un secondo piatto ricco, da servire con carne o pesce alla griglia per fare un figurone.

carciofi ripieni al forno sono un contorno sfizioso, perfetto per accompagnare piatti di pesce o di carne anche molto semplici. La stessa ricetta si può fare anche in padella, seguendo le nostre istruzioni per i carciofi ripieni in padella, tuttavia questa cottura al forno conferisce molto gusto ai carciofi, che non vengono sbollentati, e li mantiene più croccanti e gustosi.

I carciofi per questa preparazione possono essere i violetti o le mammole romane, assicuratevi però che siano freschi e appena raccolti, altrimenti la cottura in forno li seccherà troppo. Noi abbiamo scelto le mammole perché più carnose fino al cuore, ma la loro stagione è breve (da dicembre a fine marzo), se siete in primavera inoltrata scegliete altro.

La pulizia del carciofo è fondamentale per la riuscita della ricetta, in genarle non dovete avere paura di sprecare, ma togliete via sempre un po’ di più di quello che vi sembra lecito, meglio così che trovarsi a masticare delle foglie coriacee e filamentose che poi vanno sputate.

difficoltà-ricettaDifficoltà: Facile
tempo-cottura Cottura: 20 Minuti
tempo-preparazione Preparazione: 20 Minuti
porzioni Porzioni: 4 Persone
prezzo Prezzo: Basso
kcal Calorie: 178 Kcal

INGREDIENTI

Preparazione

1. Per preparare la ricetta dei carciofi ripieni al forno, pulite i carciofi eliminando il gambo, e le foglie coriacee più esterne, spuntando il fiore e aprendoli leggermente con le dita, per lavarli tra le foglie e privarli dell’eventuale barba centrale.  
2. Oliate una teglia e disponete i carciofi con il fiore verso l’alto.  
3. Preparate una panure unendo il pangrattato con l’aglio, il prezzemolo e la menta tritati, il pecorino grattugiato, la scorza di limone e l’olio.
4. Salate i carciofi e pepateli.  
5. Distribuite la panure sulla superficie in modo che entri anche leggermente tra foglia e foglia.  
6. Versate un dito d’acqua alla base e coprite con la stagnola. Cuocete in forno a 180 gradi per 20 minuti, dopo i primi 10 minuti togliete la copertura di carta stagnola.
Fonte: Dissapore
Per tutte le info: info@roma-news.it
  
Like (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.