Latte scaduto, non vorrai mica buttarlo via? Ti svelo un trucco anti-spreco

Sapevate che il latte anche quando è scaduto non deve essere per forza buttato, esiste un modo per riutilizzarlo: è un trucco anti-spreco.

Parliamoci chiaro, capita davvero a tutti di comprare del latte e poi trovarsi a non consumarlo proprio tutto nel tempo stabilito e quindi aprire il frigorifero e trovarlo scaduto. È infatti un prodotto che per forza di cose ha una scadenza veloce. Eppure buttarlo non deve essere la nostra prima soluzione.

Latte scaduto: ecco le soluzioni anti spreco
Latte scaduto -roma-news.it

Partiamo dal presupposto che secondo la normativa vigente il latte fresco ha una scadenza fissata entro e non oltre il sesto giorno successivo alla data di confezionamento, detto questo, il latte fresco dopo averlo portato a casa e aperto può durare per un massimo di tre giorni e dal quel momento in poi è sempre il caso di evitare di berlo. Per capire se è andato a male, il consiglio è quello di annusarlo e osservare il colore e qualora dovesse essere inacidito si capirà subito anche perché il suo colore sarà tendente al giallo.

Ma, una volta capito questo, la domanda successiva è la seguente: in che modo è possibile utilizzare il latte già scaduto invece di buttarlo: scopriamo tutte le soluzioni anti spreco che potrebbero fare al caso nostro.

Latte scaduto, in che modo può essere riutilizzato

Buttare il latte scaduto, specialmente quando la bottiglia è ancora praticamente piena è davvero un peccato, forse non tutti lo sanno ma esistono delle soluzioni alternative di cui tenere conto e che potrebbero anche aiutarvi in piccole questioni legate al vostro quotidiano. Ad esempio:

Latte scaduto, non buttarlo: ecco la soluzione antispreco
Latte scaduto -roma-news.it

1. Fertilizzante per le piante

Il latte, anche nel caso in cui dovesse essere scaduto o inacidito ha lo stesso delle proprietà nutritive e quindi, per questo motivo lo potete utilizzare per le vostre piante come fertilizzante e magari quando le vedete un pò spente o in fase di crescita. Il segreto è mescolarlo all’acqua che siete abituati a dargli.

2. Maschera e scrub per il viso

Sempre per il concetto legato alle sue proprietà nutritive, il latte scaduto può nutrire anche la vostra pelle. Quindi: mettete un dito di latte in una ciotola e mescolatelo con della farina di avena, in modo da creare un composto che andrete a spalmare sul viso. In seguito il consiglio è quello di tenere in posa il tutto per dieci minuti e poi risciacquare e mettere una crema idratante. Se invece volete fare uno scrub efficace ma non troppo aggressivo, mescolatelo con un cucchiaino di bicarbonato e procedete come sempre.

3. Bagno idratante

Si passa al bagno idratante, questo da sempre è un trattamento usato e reso famoso da Cleopatra. Il latte infatti aiuta a rimuovere le cellule morte e a pulire in profondità la pelle rendendola più vitale e luminosa.

4. Pulire l’argenteria

Infine, un modo utile per utilizzare il latte scaduto è pulire la vostra argenteria con metodi naturali, il procedimento consiste nel metterlo in una ciotola e aggiungere del succo di limone e poi mettere l’oggetto che dovete lucidare. Una volta lasciate in ammollo per qualche minuto, poi mettetele su un panno e asciugatele bene, prima di posarle.

Impostazioni privacy