Scoperta la malattia del figlio di Fabrizio Corona: più grave di quanto si pensi (e colpisce molti giovani)

Fabrizio Corona ha parlato della malattia di cui soffre suo figlio, senza spiegare di cosa si tratti. Colpisce soprattutto i giovani.

Raramente Fabrizio Corona è uno che parla a caso, anzi sa bene su cosa concentrarsi quando si tratta di attirare l’attenzione su di sé, cosa che capita evidentemente in modo frequente. Le sue parole sono però spesso più ponderate quando si tratta degli affetti più cari, proprio per questo in tanti si sono stupiti quando ha detto chiaramente a Francesca Fagnani, ospite della prima puntata di “Belve” di un problema di cui soffre suo figlio, Carlos Maria.

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona ha parlato in TV della malattia di suo figlio – Foto | RaiPlay – Roma-news.it

Su questo lui è stato davvero attento e non ha detto di cosa si tratti, ben sapendo come sia importante tutelare la sua privacy e di come sia tutt’altro che semplice il momento che il ragazzo sta vivendo. Anzi, l’ex fotografo dei Vip ha detto chiaramente di essere impegnato in prima persona per garantire il benessere del giovane, ma di non sentirsi responsabile, visto che si tratta di una malattia di origine genetica.

Che malattia ha il figlio di Fabrizio Corona?

Nel corso degli anni Fabrizio Corona non ha mai badato molto alla privacy dei personaggi di cui si occupava per lavoro, ovviamente il suo atteggiamento è ben diverso quando si tratta di parlare dei suoi cari. Tra questi non può che esserci il suo unico figlio, Carlos Maria, che oggi ha 21 anni. Lui ha parlato apertamente in Tv della sua malattia, senza dire di cosa si tratti, ma a questo ci ha pensato la mamma del ragazzo, Nina Moric, che al momento non ha alcun rapporto con lui.

Il giovane soffre di psicosi transitoria acuta, disturbo che è diffuso soprattutto tra i 18 e i 24 anni, che non deve essere sottovalutato e che prevede una terapia specifica da osservare costantemente.

donna psicosi
Mai sottovalutare i disturbi psicologici – Foto | Roma-news.it

Chi ne è affetto ha malesseri che possono comparire improvvisamente e che spesso hanno breve durata, ma che possono comunque tornare nuovamente. Tra questi possiamo citare allucinazioni, deliri, linguaggio incomprensibile e comportamento catatonico. È proprio la durata dei sintomi la differenza principale con la schizofrenia, che può essere decisamente più lunga.

Mai sottovalutare il problema

Chi è affetto da questa malattia, compreso quindi il figlio di Fabrizio Corona, può andare incontro anche a uno stato depressivo, oltre a disturbi del sonno, che influiscono certamente sulla qualità della vita. È piuttosto difficile individuare quale sia la causa, ma spesso possono incidere, soprattutto in soggetti sensibili, alcuni fattori esterni che non tutti tendono a percepire allo stesso modo.

Basti pensare a situazioni di stress determinate da una forte alterazione dei ritmi di sonno e veglia, come i cambiamenti negli orari di lavoro o situazioni che possono generare stress e disagio. In genere il disturbo può risolversi nell’arco di poco tempo, ma non possono essere escluse le recidive, che possono portare a ricorrere a un percorso con uno psicoterapeuta o uno psichiatra. Un professionista può quindi aiutare a individuare la causa, cosa fondamentale se si riscontrano anche altri sintomi, oltre a capire quale sia la terapia migliore da seguire.

Gli studiosi hanno indicato come periodo più a rischio quella che definiscono come “sindrome dei 27”, in riferimento al periodo in cui più facilmente si può incorrere nel problema. Ne sono l’esempio alcuni artisti che hanno iniziato ad averla intorno a questa età, quali Amy Winehouse e JIm Morrison. Spesso si tratta di persone che non sono state curate alla comparsa dei primi disturbi, che poi hanno iniziato a sviluppare anche una dipendenza da alcol e droghe.

Impostazioni privacy