Sono queste le cose che non dovresti mai cercare su Google e ti spieghiamo anche perché

È vero che sui motori di ricerca c’è la risposta a ogni domanda. Ma forse certe cose è meglio non saperle davvero…

Ogni tanto si ironizza sul fatto che Google sia l’uomo ideale di qualsiasi donna, quello capace di dare qualsiasi risposta. Ma il punto è un altro: siamo sicuri di voler sapere proprio tutto? Eh già, certe cose è meglio non saperle. Anzi, fareste proprio bene a non saperle: ecco le cose che non si dovrebbero mai cercare su Google.

Google, ricerche da non fare
Le ricerche da non fare su Google foto: Ansa – (roma-news.it)

Come si diceva in una battuta del primo capitolo della saga “Matrix”, a volte “l’ignoranza è un bene”. Anche perché, se interrogate in maniera troppo stringente i motori di ricerca potreste vedere e apprendere cose che in realtà non portano nulla di buono nelle nostre vite, a parte disgusto, confusione e forse anche paranoia.

Eppure non è facile resistere, anche perché siamo bombardati di notizie e le abbiamo a portata di clic. Un tempo, al contrario, per conoscere qualcosa, dovevamo aspettare di leggere il giornale o di vedere qualche notiziario. Oggi, invece, le notizie ce le possiamo cercare da soli, anche su siti impensabili. Ma siamo sicuri di voler sapere proprio tutto?

Le cose da non cercare su Google

I nostri sono consigli spassionati, ma sappiate che su internet gira un po’ di tutto. Per esempio: se non vi sentite tanto bene e cercate lumi sui vostri sintomi, potreste trovare risposte davvero preoccupanti. A volte si pensa di avere solo un raffreddore, ma i motori di ricerca potrebbero “diagnosticare” malattie molto più gravi. Molto meglio rivolgersi a professionisti del settore.

Nel 2013 un uomo è stato arrestato per aver cercato su Google “come fare una bomba”. In effetti si tratta di una ricerca che facciamo tutti noi ogni giorno… no? Idem per ciò che concerne la droga: “come creare una droga in casa” potrebbe non essere la ricerca migliore da fare. Come puoi immaginare, questo tipo di perquisizioni fa scattare un campanello d’allarme con le autorità. Non vuoi che il tuo indirizzo IP sia associato a potenziale terrorismo o spaccio di droga.

Ricerche online, Google
Evitate di fare queste ricerche sui motori di ricerca foto: Ansa – (roma-news.it)

Attenzione poi alle ricerche su animali e parassiti, si finirà col non mangiare più nulla e non indossare più alcun vestito. Non facciamoci poi ossessionare dalla privacy: è vero che su internet dobbiamo stare molto attenti, ma se cerchiamo, per esempio, “quanto Facebook sa di me”, il rischio è quello di ritirarci in eremitaggio in Tibet.

Ancora, se soffri di insonnia e decidi di cercarlo online, fai attenzione a non finire a sfogliare storie dell’orrore che non aiuteranno di certo il tuo sonno rigenerante. Attenzione, poi, alle ricerche sul male del secolo: il cancro. È probabile che qualunque cosa ti piaccia mangiare o fare nella tua vita ti farà venire il cancro. Da qualche parte, in qualche modo, troverai un collegamento. Anche in questo caso, molto meglio fidarsi della scienza. Le donne cercano poi molto spesso notizie sul parto: è tutto molto bello quando vediamo i neonati tra le braccia delle loro madri, tutti puliti e carini. Ma il parto stesso può essere piuttosto viscerale, grafico e, in alcuni casi, inquietante.

Attenzione, infine, alle ricerche su questioni economiche e finanziarie. In molti casi si tratta di truffe (non fornite mai informazioni personali su internet), ma, per esempio, tempo fa un commerciante è stato arrestato per frode. Successivamente è emerso che aveva cercato su Google “Insider trading in un conto internazionale” prima di acquistare azioni.

Impostazioni privacy