roma-occupati-altri-tre-licei

Occupati altri tre licei. E al Manara i genitori firmano per ripristinare le gite di fine anno

Avogadro, Russell e Orazio si aggiungono alla lista. La dirigente del classico di Monteverde annulla i viaggi dopo l’occupazione e le famiglie lanciano una petizione

Tra la tarda serata del 4 e l’alba del 5 dicembre altri tre licei romani occupati. Ad aggiungersi alla lista di istituti superiori in stato d’agitazione sono stati due scientifici e un classico: l’Orazio a Talenti, l’Avogadro al Coppedè e il Russell al Tuscolano. Sono in totale 15, tra chi ha già concluso l’occupazione e chi l’ha appena iniziata, in circa due mesi. 

La protesta del Russell: stop alla guerra e abolizione dell’ex alternanza scuola-lavoro

Leggendo le motivazioni della protesta delle studentesse e degli studenti del Russell, ci sono la guerra in Ucraina (“stop all’invio delle armi”), il carovita e l’aumento del costo del biglietto Atac che passerà da 1,50 a 2 euro a luglio 2023, la contrarietà nei confronti del governo Meloni (“il ministero dell’istruzione più che essere del merito è dell’umiliazione”), il diritto all’aborto e l’abolazione dei Pcto, l’ex alternanza scuola-lavoro “che fino ad adesso ha prodotto 3 ragazzi morti e ci ha formato ad essere lavoratori sfruttati e precari”.

Da Talenti no al decreto anti-rave e difesa dei diritti

Dall’Orazio, che quest’anno ha deciso di occupare autonomamente senza aspettare gli altri istituti superiori del III municipio (esattamente un anno fa i blitz furono contemporanei), fanno sapere di essere consapevoli “che l’atto di occupazione è un gesto estremo di protesta, ma è il modo migliore per esprimere il nostro dissenso”. I temi sono identici a quelli di tutte le altre occupazioni: diritti, no alla repressione (il riferimento è al decreto anti-rave), edilizia scolastica, transfemminismo, contrarietà al governo Meloni e al ministro Valditara, abolizione dei progetti lavorativi per studenti, emergenza climatica. 

La petizione dei genitori del Manara per ripristinare le gite di fine anno

Nel frattempo al Manara, liceo di Monteverde, oltre 400 genitori hanno firmato una petizione su Change.org nella quale si chiede alla dirigente scolastica (Paola Senesi, la stessa del Giulio Cesare nel quartiere Trieste) di rivedere la sua posizione rispetto all’abolizione dei viaggi di fine anno, in seguito all’occupazione di dieci giorni fa: “Confidiamo che la dirigenza ed il corpo docenti possano riconsiderare, con saggezza e comprensione, questa decisione – si legge – nell’interesse primario dell’intera comunità scolastica e che lo stesso corpo docenti si renda poi disponibile ad accompagnare i propri studenti nelle uscite didattiche, nei viaggi d’istruzione e negli stage all’estero”. 

Fonte: Roma Today

Roma, crolla un albero sul muro di cinta dell’Aurelia Antica: strada chiusa

 

Chiusa Aurelia Antica

Roma. Un crollo improvviso dell’ultima ora sulle strade capitoline, sempre intasate dal traffico e dal via vai continuo dei veicoli che l’attraversano, soprattutto nelle ore di punta. Un grosso arbusto, complice forse il maltempo, il vento e le piogge degli scorsi giorni, è letteralmente crollato sulla strada. Tuttavia, non ha toccato terra, perché la sua cima si è infranta contro il muro di cinta che si trova sulla Aurelia Antica, creando quindi una sorte di ponte tibetano sospeso, certamente pericoloso per le auto in transito e, soprattutto, per i pedoni che dovessero trovarsi da quelle parti per una passeggiata.

Crolla un albero sul muro di cinta: strada chiusa sull’Aurelia Antica

La segnalazione è arrivata direttamente nella centrale dei Vigili del Fuoco, che sono subitamente intervenuti con i loro mezzi per poter ripristinare la sicurezza e le condizioni stradali. Ora gli operatori sono ancora a lavoro, e la strada è stata momentaneamente chiusa al traffico, sia pedonale che veicolare, per evitare brutte ripercussioni. Bisognerà attendere la fine delle operazioni per poter rivedere il tratto stradale nuovamente ripristinato e scorrevole. Ecco cosa è successo nel dettaglio inviatoci dalla centrale operativa nell’ultima ora di lunedì 5 dicembre 2022.

Il dettaglio della caduta e le operazioni di messa in sicurezza

lunedì 5 dicembre 2022, dalle ore 14:00 circa, una squadra VVF con l’ausilio dell’autogrù AG/10, sta intervenendo in Via Aurelia Antica, 26 per la messa in sicurezza di un muro di cinta a seguito della caduta di un albero, al fine di consentire il ripristino completo della viabilità pedonale e veicolare, per il momento certamente compromessa dalla situazione verificatasi. L’albero è letteralmente sospeso in aria – come si vede nella foto in copertina – perché prima di incontrare l’asfalto, ha incrociato la sua traiettoria con il muro di cinta che si trova sull’altro lato della carreggiata. Per fortuna, non ci sono persone coinvolte. Polizia di Stato e Polizia di Roma Capitale sul posto per quanto di loro competenza.

Fonte: Il Corriere della Città

Roma è la migliore città d’Europa dove trascorrere il Natale 2022

A decretare la classifica un sondaggio della compagnia aerea low cost EasyJet

 

Roma è la migliore città d’Europa dove trascorrere le vacanze di Natale 2022: solo il secondo posto per Parigi, segue Amsterdam, Berlino e Reykjavik. A decretare la classifica un sondaggio della compagnia aerea low cost EasyJet.

Roma è la migliore città d’Europa dove trascorrere il Natale 2022 | LA CLASSIFICA

Roma è la migliore città d’Europa dove trascorrere le vacanze di Natale: solo il secondo posto per Parigi, segue Amsterdam, Berlino e Reykjavik. A decretare la classifica un sondaggio della compagnia aerea low cost EasyJet.

Secondo il Mirror, quotidiano inglese, “la Capitale italiana certo non soddisfa la condizione della neve che è caduta solo sette volte negli ultimi vent’anni, ma ciò che offre in abbondanza è un’atmosfera di fascino stagionale. Il Natale a Roma è pieno di luminarie, cerimonie religiose e c’è la famosa piazza Navona”

Sempre secondo la testata, “quando la maggior parte delle persone pensa a Roma le prime immagini che vengono in mente sono probabilmente il Colosseo o i Fori. Ma se la storica città è il luogo perfetto da visitare per chi ama bere spritz all’aperto fino in estate, è anche una destinazione magica durante l’inverno”.

Dopo Roma, al secondo posto c’è Parigi, “capitale europea dell’amore”. Segue Amsterdam con i suoi canali illuminati, poi Berlino e Reykjavik, capitale dell’Islanda.

Fonte: occhionotizie.it

Renato Zero in concerto, tour 2023 nei Palasport: date e città

Sulla scia dei monumentali festeggiamenti al Circo Massimo, dove ha celebrato (in incolpevole ritardo!) i 70 anni e i 55 di carriera con sei concerti-evento tutti sold out da oltre 100.000 spettatoriZero stupisce una volta in più i suoi fan con l’annuncio della nuova tournée nei palasport. Le date

 

 

Prosegue anche nel 2023 la favola in musica di RENATO ZERO. Sulla scia dei monumentali festeggiamenti al Circo Massimo, dove ha celebrato (in incolpevole ritardo!) i 70 anni e i 55 di carriera con sei concerti-evento tutti sold out da oltre 100.000 spettatori, Zero stupisce una volta in più i suoi fan con l’annuncio della nuova tournée nei palasport, ZERO A ZERO – UNA SFIDA IN MUSICA, prodotta da Tattica e in partenza a marzo del prossimo anno.

IL MONDO DI UN ARTISTA RIVOLUZIONARIO 

Per riabbracciare il suo pubblico che non ha mai smesso di sostenerlo, nei mesi di marzo e aprile RENATO ZERO girerà l’Italia portando nei principali palazzi dello sporttutto il suo mondo di artista rivoluzionario, autentico catalizzatore di energia ed entusiasmo. 

ZERO a ZERO
Il risultato di “Una sfida in musica” tra i due eterni contendenti: Renato & Zero.

SARÀ UN TOUR… TUTTO DA VIVERE!

Un bel pareggio ci vorrebbe proprio per mettere d’accordo pubblico e privato di un Renato che ha deciso di sdoppiarsi dal 1966 fino ad oggi. Uno bazzicava vicoli, piazze, quartieri e città. Da nord a sud. Da est ad ovest. In abiti borghesi ovviamente, raccogliendo segreti e storie di vita di ogni genere. L’altro lo attendeva per mettere nero su bianco, con parole e musica, quelle osservazioni e porzioni di umanità così necessarie allo scopo. Una scommessa difficile. Un confronto continuo. Cercando di non mettere in imbarazzo chi, ignaro di essere oggetto di una sorta di perquisizione benevola, avrebbe potuto non gradire quel tipo di stalkeraggio. Furono i pronostici, non proprio incoraggianti, a suggerire a quei due di fare “ditta” e partire proprio da quello Zero. Oggi i due imprudenti festeggiano le nozze di smeraldo di fronte al loro amatissimo, nonché fedelissimo, pubblico!

Che dire: finché c’è Zero c’è alleanza. E quindi vinca chi avrà più costanza!!!
Buon tour incorreggibili ragazzi.”
RENATO ZERO

Firenze, Conegliano, Torino, Mantova, Bologna, Pesaro, Milano, Livorno, Eboli, Roma – queste le città che si preparano ad ospitare ZERO A ZERO – UNA SFIDA IN MUSICA18 imperdibili appuntamenti – con numerose doppie date nelle più importanti città e la sua Roma a chiudere il cerchio – per condividere con i fan il nuovo atteso capitolo di questa “sfida in musica” e regalare inedite emozioni con gli iconici brani che hanno segnato intere generazioni. Biglietti disponibili in prevendita surenatozero.com,vivaticket.com e in tutti i punti vendita Vivaticket a partire dalle ore 11.00 di venerdì 9 dicembre.

IL CALENDARIO

APPROFONDIMENTO

Stories, “Zero maschere, solo Renato”. VIDEO

7 marzo 2023 – Firenze @ Mandela Forum

8 marzo 2023 – Firenze @ Mandela Forum

14 marzo 2023 – Conegliano @ Zoppas Arena

17 marzo 2023 – Torino @ Pala Alpitour

18 marzo 2023 – Torino @ Pala Alpitour

21 marzo 2023 – Mantova @ Grana Padano Arena

22 marzo 2023 – Mantova @ Grana Padano Arena

25 marzo 2023 – Bologna @ Unipol Arena

26 marzo 2023 – Bologna @ Unipol Arena

7 aprile 2023 – Pesaro @ Vitrifrigo Arena

11 aprile 2023 – Milano @ Mediolanum Forum

12 aprile 2023 – Milano @ Mediolanum Forum

18 aprile 2023 – Livorno @ Modigliani Forum

19 aprile 2023 – Livorno @ Modigliani Forum

22 aprile 2023 – Eboli @ Palasele

23 aprile 2023 – Eboli @ Palasele

28 aprile 2023 – Roma @ Palazzo dello Sport

29 aprile 2023 – Roma @ Palazzo dello Sport

Fonte: Sky TG24

Se vuoi collaborare al progetto Roma News, scrivici su:info@roma-news.it

Like (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *