moda-a-roma

Il vestito di Angelina Jolie a Roma è il look fresco ma chic per queste giornate roventi

La star di Hollywood si trova ancora nella capitale e continua a mostrarci outfit tutti da replicare

vestiti di seta sono la risposta più chic contro il caldo torrido dell’estate. Le temperature si alzano e noi non sappiamo più cosa indossare: come vestirci senza dover per forza rinunciare all’eleganza? La regola da tenere bene a mente è che la semplicità non è affatto noiosa. E sicuramente è d’accordo chi ha fatto del minimalismo e dello stile casual una vera e propria filosofia di vita: Angelina Jolie è tornata alla regia del film Senza Sangue, ispirato al romanzo di Alessandro Baricco ed è stata recentemente paparazzata per le strade di Roma con un vestito lungo e leggero che è in realtà un set coordinato veramente chic. Perfetto da mattina a sera e pronto ad assicurare freschezza e leggerezza accarezzando la pelle senza appesantire, il top sabbia abbinato ai pantaloni di seta è la perfetta divisa per trascorrere un’intera giornata con lefiglie.

Angelina Jolie predilige sempre un’estetica minimal e di basso profilo, spesso optando per linee pulite e design semplici in colori neutri. Questo ultimo look non fa eccezione, ed è l’ensemble estivo perfetto per una ventata d’aria fresca nelle giornate più calde. Il vestito di Angelina Jolie è firmato Alberta Ferretti ed è realizzato in 100% seta con dettagli increspati, il modello è in realtà un top tagliato anteriormente a scoprire il ventre mentre il tessuto scende fluido come una sottoveste leggerissima. L’attrice è stata vista godersi una giornata romana le figlie Vivienne, 13 anni, e Zahara, 17, prima di incontrarsi al mercato con l’amica e collega Salma Hayek.

Come indossare il vestito di Angelina Jolie?

La star di Hollywood ci ha mostra come essere effortless chic anche per una semplice passeggiata al mercato con le temperature roventi di Roma in estate. I completi ci salveranno e questa è una certezza di stile che non ci lascerà mai. Angelina Jolie ha abbinato il suo top a un pantalone fluido della stessa tonalità neutra color sabbia, anche questo firmato Alberta Ferretti. Il vestito cade alla perfezione mentre scopre l’addome che può essere esaltato da un pantalone di lino a vita media o semplicemente indossato come elegante copricostume in spiaggia per un effetto boho chic totalmente inaspettato.

Fonte: Elle

ANGELINA JOLIE, SHOPPING A ROMA CON SALMA HAYEK: BAGNO DI FOLLA PER LE DUE ATTRICI

 

fashion-in-rome

 

 

Angelina Jolie e Salma Hayek sono a Roma per i lavori di Without Blood e le due attrice sono state avvistate da numerosi fan mentre in compagnia delle proprie figlie si aggiravano per le strade della Città Eterna.

Nei giorni scorsi Angelina e le sue due figlie Vivienne e Zahira hanno partecipato ad un corso di cucina insieme a Salma Hayek e alla figlia Valentina; successivamente le due amatissime star sono stata avvistate a fare shopping nelle vie del centro.

Le due attrici che si trovano in Italia proprio per il film tratto dal libro di Alessandro Baricco, passeranno verosimilmente tutta l’estate nel Belpaese. Già varie volte le due hanno dimostrato di essere molto affezionate alla nostra nazione e così per loro il bagno di folla dei fan non è potuto mancare di certo.

Without Blood sarà diretto da Angelina Jolie, che come affermato dal celebre scrittore italiano, ne ha acquistato i diritti nell’ormai lontano 2017. L’attrice da tempo avrebbe voluto adattare questo bestseller e, in una nota rilasciata alcuni mesi fa ha detto:

“Sono davvero felice di essere qui in Italia per trasformare questa storia molto speciale in un film e per aver avuto la fiducia di Alessandro Baricco per questo adattamento del suo librom pieno della sua poesia ed emozione unica e del suo modo di guardare la guerra con tutte le domande che ci poniamo dopo un trauma, una perdita o un’ingiustizia”.

Insomma, l’Italia dopo qualche anno torna ad essere il centro del grande cinema internazionale.

Fonte: Everyeye Cinema

Renato Balestra presenta una collezione di abiti ispirata alle stampe di Giambattista Piranesi

RENATO BALESTRA, DEFINITO SPESSO IL “PITTORE DELLA MODA”, RICUCE IL SUO LEGAME CON L’ARTE, STAVOLTA RIPORTANDO IN AUGE LE STAMPE DELL’INCISORE DELLE VEDUTE ROMANE E DELLE CARCERI, GIAMBATTISTA PIRANESI

 

fashion-in-rome

“Renato Balestra, come Piranesi, fu rapito da Roma facendosene poi ambasciatore nel mondo” afferma Sofia Bertolli Balestra, nel ruolo di responsabile delle attività di ricerca, design e brand identity nonché nuovo volto e portavoce della maison. È proprio la figura dell’autore delle Vedute romane e de le CarceriGiambattista Piranesi, che Balestra Reload Collection AI22/23 omaggia, prendendo in prestito le stampe come pattern dei capi. La collezione incarna inoltre la nuova visione stilistica del marchio ed è la prima prêt-à-porter.

LA COLLEZIONE BLU BALESTRA CON LE STAMPE DI PIRANESI

Un pò come il Blu Klein, la maison è famosa per il suo Blu, che nasce su un abito corto in raso: un blu notte ma brillante che ritroviamo anche nei modelli dedicati a Piranesi. La collezione è ispirata alla luce crepuscolare e al fascino di una notte vissuta tutta d’un fiato fino all’albeggiare. È l’ebrezza di vedere la Città Eterna sotto la luce calda dei lampioni: “si dice che chi vede il sole sorgere in sogno stia per iniziare un periodo di rinascita e cambiamento; è un simbolo di ottimismo e fiducia nel domani” aggiunge Sofia Bertolli Balestra. Lo stile degli abiti guarda agli anni Settanta e Ottanta “con richiami a forme morbide, scollature vertiginose e spalle fuori misura, regalando completa libertà al corpo”. Completi, gonne voluminose e cappotti larghi si legano alla trama delle incisioni, virando come fossero cianotipie al negativo con limpide velature del cielo e scuri archi trionfali, colonne, templi, tribune, bassorilievi, chiome di piniÈ un’interpretazione romantica quindi alla quale le vedute scenografiche di Piranesi donano una nota onirica e rococò, con suggestioni teatrali, mentre la tonalità vibrante carica gli abiti di energia intrinseca, di sfrontatezza grandiosa, come le rovine e i capricci dell’incisore. La passione per l’archeologia e il neoclassicismo firma invece una dedica d’amore a Roma. Nel 1959 Renato Balestra aprì infatti il suo primo Atelier in città, in via Gregoriana 36, mentre nel 1961 presentava la sua prima Collezione di Haute Couture Primavera-Estate alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna. Compare inoltre sulla trama degli abiti il monogram RB – concepito nel 1971 da Renato Balestra – che si trasforma in macro stampa, regala alla stoffa un effetto neon suggerito dal gioco di sovrapposizioni. Da non dimenticare la trasversalità disciplinare che accompagna Balestra sin dagli esordi: si contraddistinse negli anni Settanta per la “Pittura Ricamo”, sperimentando con i materiali, con le velature e trasparenze, dipingendo su svariate tipologie di tessuto. Anche oggi il marchio è in equilibrio tra innovazione e tradizione, mantenendo come linfa vitale le radici artistiche. E romane.

 

fashion-in-rome

 

-Giorgia Basili

Piazza Barberini 12, 00187 Roma
balestraroma.com

Fonte: Artribune

L’innocenza creativa nella preziosa couture di Schiaparelli

Oro, costruzioni complesse e glamour nella moda di Roseberry

 

fashion-in-rome

 

Il glamour, la preziosità dei materiali, la costruzione scultorea dei capi, in una parola “la bellezza”.

A questo ha puntato Daniel Roseberry, direttore creativo della maison Schiaparelli, con la sua nuova collezione di haute couture FW 2022/23.

“Parlo sempre del tentativo di raggiungere quello stato di innocenza creativa – rivela lo stilista – di lottare per rimanere vicini a quella persona che si è innamorata della moda e delle sue possibilità, di non soccombere al cinismo o al logorio del mondo. Spero che questo spirito emerga dalla collezione: spero che chi la vedrà, potrà comprendere quanto ci siamo appassionati io e il team nel realizzarla. Spero che la gioia che abbiamo provato nel creare qualcosa, nel realizzare oggetti preziosi che le persone ricorderanno per sempre, sia evidente in ogni cappotto, vestito e accessorio, con il pensiero che li accompagna. A volte ci mettiamo sulla difensiva quando i critici ci accusano di voler fare solo cose belle. Ma cosa c’è di male nel voler fare cose belle? La meraviglia non è l’unica componente importante della vita, ovviamente, ma è una delle sue componenti. E tra le più vitali. E realizzare cose veramente affascinanti non è poi così facile. Ma è un privilegio, di cui sono consapevole e molto grato ogni giorno”. In pedana sfilano abiti sontuosi che non lasciano spazio a occasioni diverse da quelle notturne. Una giacca corta dalle spalle affilate in velluto nero è impreziosita da tono su tono ricamo di uva nera ispirato agli archivi originali di Elsa Schiaparelli. E’ abbinata a una gonna in crepe di seta sospesa da un corsetto in doppio raso champagne con due fiocchi di velluto nero. In testa la modella porta un vistoso cappello da barca nero intrecciato lucido. Orecchini tondi in ottone dorato con ornamenti di perline. Un corsetto sagomato in crêpe nero con ricamo a coste di velluto è indossato con una gonna nera in taffetà trattenuta da una catena d’oro con pendente a lucchetto. Sotto c’è un body in rete nera. I polsini in ottone dorato sono decorati con cristalli. (ANSA).

Fonte: Ansa

I talenti di Who is on Next? 2022 sfilano il 12 luglio a Roma

 

fashion-in-rome

 

E’ in agenda il 12 luglio, a Roma, nell’ambito di Altaroma, la sfilata che decreterà il vincitore di Who is on next?

il progetto dedicato ai nuovi talenti del fashion system. Una serata speciale, realizzata grazie al supporto di Roma Capitale e dell’assessorato ai Grandi eventi, sport, turismo e moda, che vedrà gli undici finalisti calcare la passerella sulla piazza del Campidoglio.

“Per questa edizione i nostri giovani potranno sfidarsi in una cornice prestigiosa e bellissima”, ha commentato il presidente di Altaroma, Silvia Venturini Fendi, “grazie all’impegno concreto e fattivo dell’assessore Alessandro Onorato. Siamo molto orgogliosi di questo risultato e il concorso è potuto giungere fino a qui grazie all’attenzione e al sostegno costante di tutte le istituzioni che da sempre sono partner della nostra manifestazione, in particolare, la Camera di Commercio di Roma, la Regione Lazio, Ice Agenzia e il Ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale”.

I finalsiti di Who is on next? sono 10.2’’, Çanaku, Gams Note, Karim Daoudi, Lessico Familiare, Lucia Chain, Maison Laponte, Mokoo, Morphine, Setchu e Vìen suddivisi nelle categorie prêt-à-porter e accessori, e che vede riconfermata, anche per questa stagione, la sezione uomo e genderless.

A valutarli una giuria internazionale composta, tra gli altri, da Manuela Brini (director of creative talent acquisition and development Lvmh fashion Group); Edward Buchanan (creative director Sansovino6 e co-founder Wami); Carlo Capasa (presidente Camera nazionale della moda italiana), Stella Jean (fashion designer), Alessandro Michele (direttore creativo di Gucci); Raffaello Napoleone (ceo Pitti Immagine); Luca Rizzi (direttore tutoring, consulting Pitti Immagine) e Silvia Venturini Fendi (artistic director of accessories and menswear Fendi, presidente Altaroma).

Fonte: Fashion United

Per tutte le info: info@roma-news.it

Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.