25-aprile-dove-mangiare-nei-dintorni-di-roma

Weekend del 25 Aprile nei dintorni di Roma: ecco dove mangiare

Da Ostia e Fregene a Ponza e Santa Severa: ristoranti, agriturismi e gelaterie per vivere al meglio il ponte per la Festa della Liberazione, senza allontanarsi troppo dalla Capitale

Dopo due anni di primavere contraddistinte dal Covid e dalle limitazioni imposte per contenerne la diffusione, gli italiani si preparano a trascorrere il ponte del 25 Aprile all’insegna del relax e della buona tavola. A Roma per la festa della Liberazione, tutti pronti alla gita fuori porta in campagna o sul litorale laziale.

L’Acqua Pazza sull’isola di Ponza 

Chi vuole rendere indimenticabile una intera giornata godendo di un panorama mozzafiato tra rocce che cadono a picco sul mare cristallino, sferzate dal vento e dalle onde, non può che approdare all’Acqua Pazza. L’iconico ristorante di Gino Pesce e Patrizia Ronca, ubicato nell’isola di Ponza che da 14 anni è premiato con la prestigiosa stella dalla guida Michelin. Un menu che celebra la territorialità, in primis il pesce. Come spiega Gino: «Mi hanno insegnato che il pesce ha ventiquattro virtù e che ogni ora ne perde una». Per questo tutti i prodotti ittici serviti all’Acqua Pazza – esclusivamente locali e selvaggi – non vengono frollati, secondo le ultime tendenze gastronomiche, ma serviti freschissimi, appena pescati e con tracciabilità certa grazie alla Cooperativa di pescatori ponzesi.

Seduti in uno spazio che rievoca il pontile di un panfilo, coccolati da una fornitissima carta dei vini che conta oltre 900 referenze italiane e internazionali spazio a grandi classici, dall’antipasto a base di Insalata di mare con ristretto di acqua pazza, alla Bruschetta di ricciolain cui il filetto del pesce, scottato in padella, prende il posto del pane bruscato, servita con un battuto di pomodoro, basilico, olive e cipolla rossa di Tropea. Paradigma della tradizione ponzese di primavera è lo Spaghetto alla granseola, la polpa del tipico crostaceo crea una perfetta armonia con i profumi continentali di aglio, olio, prezzemolo e pomodorini, cui si affiancano le Mezze penne rigate con spigola, finocchietto e limone, primo piatto raffinato, ma reso un po’ ribelle dalla nota balsamica e selvatica del finocchietto. Si prosegue con i secondi, con una menzione particolare per la Coda di rospo cotta arrosto con verdure primaverili e zuppetta di legumi. Dulcis in fundo, da non perdere, un cremoso di lampone, servito con ganache al cocco e gelato al pistacchio oppure Yuzu, nocciola, cardamomo e cannella, realizzato con una base di pan di spagna aromatizzata al cardamomo e cannella, con ganache alla nocciola e spuma allo yuzu.

E per chi vuole vivere un’esperienza completa dell’isola può fermarsi a Casa Pesce, caratteristico B&B situato a 5 minuti dal porto, una location curata nei dettagli dove concedersi momenti di vero relax. La soluzione ideale per chi cerca in una vacanza tranquillità, riposo e benessere da vivere in una delle 5 confortevoli camere, nell’accogliente spazio esterno o nell’esclusiva piscina che sembra riprodurre la spiaggia con i ciottoli.

Acqua Pazza | via Dietro la Chiesa 3-4, Ponza LT | Tel 0771 80643

Pino al mare a Santa Severa

Altro nome da segnare nel carnet di viaggio per trascorrere una giornata fuori porta al mare è Pino al mare, eccellenza assoluta ubicata sul Lungomare Pyrgi di Santa Severa. Cucina di territorio e di stagione con carciofi e asparagi che si accostano a una materia prima di pesce di assoluta eccellenza. Tra i must da provare come antipasti di stagione insalata di gamberi, carciofi e scaglie di grana e le fave con seppie e pecorino, poi nei primi piatti le fettuccine con gamberi e asparagi e come secondo la cotoletta di gamberoni con insalatina di carciofi crudi. «La nostra filosofia della cucina – spiega Simone Vincenzi uno dei titolari della società F.lli Quartieri proprietaria del ristorante e hotel – è quella di prevedere un accostamento tra pescato locale a km0 con quello che gli orti dei dintorni ci regalano in questo momento. Quindi per il 25 aprile noi ci battiamo molto su fave, carciofi, asparagi che sono i prodotti caratterizzanti del territorio da abbinare con un vino Malvasia 2017 Vie di Romans».

La location è unica, una terrazza sul mare anche ‘pieds dans l’eau’ grazie ai tavoli sistemati sulla spiaggia della baietta antistante, che garantiscono una fuga al mare vicino Roma dove mangiare bene e rilassarsi anche al tramonto: il cielo di Santa Severa al crepuscolo è un’esplosione di colori del rosso e dell’aranciato, che invita a consumare un calice di vino delle migliori etichette o una birra artigianale sulle sdraio del ristorante. Per chi vuole indugiare e fermarsi a dormire il ristorante è anche hotel.

25-aprile-dove-mangiare-nei-dintorni-di-roma

Pino al mare | via Cneo Domizio 32, Santa Severa RM | Tel 0766 570027

A Ostia c’è Lux Restaurant & Lounge 

Spostandoci ad Ostia, adagiato su una banchina del porto turistico, il ristorante Lux Restaurant & Lounge è l’approdo ideale per i lidensi e non solo, amanti dei grandi classici della cucina di pesce italiana tradizionale, preparati con materia prima di prossimità di eccellente qualità. I piatti di pesce di tradizione italiana rappresentano il cuore della proposta e vantano una materia prima selezionata, proveniente dalle filiere locali, corte e certe. La fornitura arriva per la maggior parte dal litorale laziale eccezion fatta per alcuni crostacei che, come il gambero rosso imperiale, arrivano dalla Sicilia. 

«Al Lux in cucina si gioca con i prodotti – spiega lo chef Karim El Ghandor – Così, l’Insalata di seppie viene condita con puntarelle tagliate spesse e con un’emulsione di alici del Cantabrico, di olio Salcini, di gocce di limone e con la polvere di nero di seppia mentre la Tartare di gambero rosso è servita “in culla” d’avocado, e il suo sapore neutro viene bilanciato dalla marinatura del gambero dolce con il passion fruit, completato da scaglie di sale maldon e da polvere di gambero rosso»

Per chi ha voglia di uscire dal concetto di cucina tradizionale, al Lux non mancano i piatti classici con un tocco moderno come il Raviolo artigianale con ripieno di gallinella o come il Polpo arrosto con patate affumicate, nido di porro e maionese del polpo, realizzata con l’acqua di cottura. Dedicato a chi ama la sicurezza della tradizione parata di classici intramontabili: dal Sauté di cozze all’Insalata di mare, lo Spaghettone acqua e farina alle vongole veraci e il Risotto alla crema di scampi, per poi proseguire con la Frittura di calamari e gamberi, il Rombo al forno con le patate, il Fritto di Paranza e l’Orata in crosta dorata. I contorni variano, dalle Puntarelle ai Carciofi, dalle Patate al forno al Broccolo, fino alla Scarola con uvetta e pinoli, seguendo la stagionalità. 

Lux Restaurant & Lounge | lungomare Duca degli Abruzzi 84, Lido di Ostia RM | 345 299 5856

La Scialuppa da Salvatore a Fregene 

Sempre in tema di mare, per chi ama godere delle bontà della tavola cullato da una dolce brezza marina, un nome da non perdere è La Scialuppa da Salvatore, un ristorante che ha segnato la storia a Fregene. In cabina di regia lo chef Fabio Di Vilio, romano di origini campane, per cui «ogni singolo prodotto è frutto di una selezione e di una ricerca. Amiamo ciò che facciamo, e facciamo del nostro meglio per farvi arrivare questa emozione, con la voglia di essere sempre migliori per voi». La tradizione quale punto di partenza per personalizzare le idee, i grandi classici come ideali fondamenta di un percorso creativo che trae giovamento dal perfetto connubio tra l’orto di famiglia situato a Maccarese nel quale Fabio coltiva frutta e verdura, e i prodotti del mareprotagonisti assoluti delle sue creazioni. Brodi, fondi e bisque per impreziosire i piatti classici, affumicature, marinature e fermentazioni per rendere irresistibili le sperimentazioni: le due anime culinarie dello chef si fondono in un approccio personale al mare che trova la sua espressione in piatti quali Ricciola, cavolo rosso, aglio nero e scalogno caramellatoil Polpo verace, guanciale, salsa verde e patata dolcegli Spaghetti ai lupini localiil Risotto di brodo umamiil Palombo alla mugnaia, carciofo fermentato e lemon curd e la Triglia alla diavola.

«La mia cucina parte dai sapori scoperti nei viaggi, è una cucina semplice e immediata focalizzata sulla ricerca e la valorizzazione delle materie prime. Studio e mi aggiorno continuamente per apprendere nuove tecniche e cotture, lavorazioni che possano consentirmi di esaltare le caratteristiche dei prodotti del mare», evidenzia Fabio Di Vilio.

La Scialuppa da Salvatore | via Silvi Marina 69, Fregene RM | Tel 06 6656 0002

Non solo mare: Cantina Sant’Andrea 

Non solo mare. Dedicato a chi ama rilassarsi in un contesto campestre, tra fiori, vigneti, uliveti, galline e galli, oche e api, l’indirizzo giusto è a Terracina, dalla Cantina Sant’Andrea con l’agriturismo e ristorante gourmand Seguire Le Botti che offre un’esperienza autentica della vita agricola, tra ospitalità raffinata e accogliente e una filosofia gastronomica stanziale. Su questo amore per il territorio e su una ben precisa idea culinaria che punta ad esaltarne le eccellenze, si fonda la filosofia del ristorante e del suo chef Pasquale Minciguerra: «Nel piatto devi mettere la verità, quello che sei, casa tua (per così dire) e le tue esperienze. Parto da tanti piatti di famiglia, che hanno radici nella cultura popolare e inizio a giocare con i sapori, sempre rispettando rigorosamente l’ingrediente e avvalendomi delle competenze tecniche che ho acquisito nelle mie precedenti esperienze»

25-aprile-dove-mangiare-nei-dintorni-di-roma

Seguire Le Botti | strada del Renibbio 1720, Borgo Vodice LT | Tel 327 928 8739 

Il gelato artigianale di Tonka 

Infine, una proposta per un gelato fuori porta. Ad Aprilia la gelateria artigianale Tonka, riapre le porte dopo la pausa invernale con una produzione incentrata su una filosofia “green”. Quest’anno, nell’ambito di un progetto quinquennale sulla sostenibilità, il mastro gelatiere Valerio Esposito si rivolge in particolare all’apicultura, coinvolgendo l’azienda “Ape d’Oro”, altra realtà del territorio pontino che condivide questa visione. Ogni 15 giorni un miele diverso protagonista. Sino a fine mese miele di castagno con cioccolato Java e whisky, mentre a maggio va in scena il millefiori.

Gelateria Tonka | via Ugo Foscolo 15, Aprilia LT | Tel 348 696 0986 

Fonte: Italia a Tavola

Per tutte le info: info@roma-news.it

Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.