ricette-romane-per-la-pasqua

Non c’è colazione di Pasqua senza la pizza ricresciuta romana

Ingredienti:
• 1 kg di farina 00
• 4 uova
• 300 g di zucchero semolato
• 15 g di lievito di birra fresco
• 30 ml di acqua
• la scorza grattugiata di 1/2 limone
• burro q.
difficoltà: media
persone: 6
preparazione: 25 min
cottura: 45 min
kcal porzione: 148

La pizza ricresciuta pasquale è un prodotto tipico di Roma, preparato per colazione e farcito in tanti modi.

La ricetta originale della pizza ricresciuta romana consiste in una sorta di panbrioche. Si tratta di un impasto incredibilmente soffice che, però, va lavorato in più volte. I tempi di lievitazione sono molto lunghi, tanto che deve rimanere a riposo per tre giorni. Il risultato ripaga tutti gli sforzi, perché è incredibilmente fragrante e croccante all’esterno.
Tradizionalmente, viene preparata per la mattina di Pasqua. Infatti, è considerata la ricetta tipica della colazione pasquale. Potete accompagnare questo impasto con una varietà di ingredienti, come uova, salumi o formaggi. Inoltre, potete farcirlo con ingredienti dolci, come creme e cioccolato, rendendola una pizza dolce di Pasqua.

Preparazione della ricetta per la pizza ricresciuta

  1. A causa dei tempi lunghi, cominciate la preparazione alcuni giorni prima, ovvero dal mercoledì per averla pronta e squisita la domenica di Pasqua. Versate l’acqua in un pentolino e scaldatela. Poi, immergete il lievito di birra e scioglietelo nel liquido.
  2. In una ciotola, versate 60 g di farina setacciata. Aggiungete il composto di acqua e lievito e impastate. Mettete il panetto ottenuto in una ciotola, coprite con pellicola alimentare e lasciate riposare per 3 giorni.
  3. Trascorso questo tempo, riprendete a lavorare l’impasto. Aggiungete la quantità restante di farina, le uova e lo zucchero. Impastate energicamente.
  4. A questo punto, incorporate anche la scorza grattugiata di limone.
  5. Ottenuto un panetto omogeneo, rimettetelo in una ciotola, coprite con pellicola alimentare e lasciate lievitare per 24 ore.
  6. Successivamente, lavorate ancora l’impasto, sbattendolo più volte su un piano da lavoro.
  7. Prendete una teglia per dolci dai bordi alti e con diametro di 30 cm. Imburratela e riempitela con l’impasto. Coprite con un canovaccio pulito e fate lievitare almeno 5 ore.
  8. A questo punto, la pizza cresciuta di Pasqua è pronta per la cottura. Fate cuocere in forno preriscaldato e statico a 180°C per 45 minuti.
  9. Trascorso questo tempo, spegnete e lasciate l’impasto ancora nel forno spento, fino a quando non si raffredda totalmente. Il giorno dopo, è pronta per essere gustata!

Accompagnate questo panbrioche con ingredienti dolci o includete l’uvetta nell’impasto, per renderlo ancora più dolce. In alternativa, potete farcirlo con prodotti salati, servendo ad esempio una pizza di Pasqua al formaggio.

Conservazione

Potete conservarla in un contenitore ermetico per 10 giorni.

Fonte: Primo Chef
Per tutte le info: info@roma-news.it
Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.