pink-floyd-live-at-pompei

“Pink Floyd: Live at Pompei”, speciale Lezione di Rock all’Auditorium

QUANDO: Dal 10/04/2022 al 10/04/2022
ORARIO: Dalle 21:00
PREZZO: 10 euro
Cinquanta anni fa il regista inglese Adrian Maben realizzava con i Pink Floyd un film/concerto passato alla storia, Pink Floyd: Live at Pompei, con la band di David Gilmour, Roger Waters, Nick Mason e Rick Wright che si esibiva a porte chiuse nell’Anfiteatro di Pompei.
A cinquant’anni da quello straordinario concerto filmato, Magister Art ha realizzato Reliving at Pompeii, un docufilm inedito diretto da Luca Mazzieri che in cinque brevi episodi che ripercorre, con l’aiuto di Adrian Maben e dei suoi ricordi, i momenti più belli e intensi della ideazione e della realizzazione del film.Il concerto a porte chiuse del 1971 segnò un momento importante per i Pink Floyd, il momento di passaggio dalla loro realtà di band d’avanguardia a una nuova maturità artistica, tra un album come Meddle e un capolavoro come The Dark Side Of The Moon. Ma fu un evento importante anche per il sito di Pompei e l’anfiteatro, dove si realizzò un connubio potente di arte, musica, storia, archeologia e futuro. Il tutto in un film che ha avuto un clamoroso successo nel 1972 e che negli anni è diventato un vero e proprio ‘cult movie’ amato da generazioni di fan dei Pink Floyd.La serata del 10 aprile all’Auditorium Parco della Musica servirà non solo a ripercorrere le tappe della realizzazione del film, ma anche a riproporre, in una speciale Lezione di Rock, la rassegna prodotta dalla Fondazione Musica per Roma, l’arte dei Pink Floyd, che resta meravigliosamente luminosa e unica, attuale ed emozionante. Sul palco della Sala Sinopoli, oltre ad Ernesto Assante e Gino Castaldo, saranno presenti Gabriel Zuchtriegel, Direttore del Parco Archeologico di Pompei e Luca Mazzieri, regista del film.Il docufilm realizzato e trasmesso ad ottobre scorso in diretta streaming dall’Anfiteatro di Pompei sulla piattaforma di cultura del Ministero della Cultura ITsART, è stato possibile grazie alla disponibilità del Parco archeologico di Pompei e del Gruppo TIM, partner tecnologico esclusivo e promotore dell’evento di valorizzazione svoltosi a Pompei. 

L’evento si inserisce tra le iniziative di Pompeii Echoes, un format che celebra il 50° anniversario del film-concerto dei Pink Floyd all’Anfiteatro di Pompei, ideato e prodotto da Magister Art con il Parco Archeologico di Pompei e il Gruppo TIM.

Fonte: Roma Today

Gianna Nannini: la rocker in concerto all’Auditorium Parco della Musica

QUANDO: Dal 03/04/2022 al 03/04/2022
Orario: 21:00
PREZZO: Prezzo non disponibile
“Dopo le restrizioni che hanno impedito ai musicisti di stare insieme sul palco, sono fiera di portare in tour la band… La storia della musica italiana la facciamo adesso!”, afferma Gianna Nannini. La rocker torna a grande richiesta nei teatri di tutta Italia e anche a Roma.
La Nannini sarà protagonista di un concerto nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica, domenica 3 aprile alle 21. L’artista sarà accompagnata dalla band, con la direzione musicale di Davide Tagliapietra, per un pieno di amore per il suo pubblico paziente che ha voglia di esplodere.“In teatro tour 2022” accompagna i fan verso il grande concerto evento che si terrà il 28 maggio allo Stadio Artemio Franchi di Firenze. La tappa romana sarà dunque un assaggio della grinta rock’n’roll di Gianna Nannini, in vista delle sorprese che sta preparando per il concerto di Firenze.Fonte: Roma Today

Marco Mengoni: “Quando viviamo una privazione come quella per la pandemia torniamo alle radici”

Marco Mengoni ha parlato a Fanpage.it del ritorno su un palco, in occasione degli incontri coi fan per parlare del suo ultimo album “Materia (Terra)”. Il cantautore ha parlato di come la privazione della socialità dovuta alla pandemia lo abbia spinto a ricercare le radici, sia per quanto riguarda il lato artistico, sia in ambito familiare. da una parte, quindi, la musica black, il soul, l’R’n’B, dall’altra i genitori, protagonisti di quest’album: “”Quando c’è una privazione forzata e quando c’è molto tempo a disposizione per riflettere, per forza di cose, essendo animali sociali, ritorni a quelli che sono la solidità e l’equilibrio. Per me solidità ed equilibrio sono origine, e quindi radici, casa, che non è per forza famiglia, ma è anche quello”.

Fonte: YouMedia

Opera Roma: 8 aprile concerto alla Nuvola per l’ Ucraina

Con Eur spa. Incasso andrà a Croce Rossa. Sul podio Hussain

L’ Opera di Roma e Eur spa insieme per un concerto di beneficenza per l’ Ucraina.

La serata speciale è in programma venerdì 8 aprile alle 20:30 alla Nuvola all’ Eur.

L’incasso e le offerte saranno devoluti interamente all’ attività della Croce Rossa Italiana per l’ emergenza causata dalla guerra. Sul podio salirà Leo Hussain, con la partecipazione di Corrado Augias come voce recitante. I biglietti dello spettacolo, al prezzo di 20 euro, saranno in vendita da mercoledì 30 marzo nella biglietteria e sul sito del Teatro dell’Opera di Roma. “Questa iniziativa benefica è espressione concreta della solidarietà di Roma e del mondo della cultura – ha detto il sindaco Roberto Gualtieri, presidente della Fondazione musicale – ma è anche il modo per dire agli ucraini che vivono nella nostra città e a chi stiamo accogliendo in fuga dalla guerra che il nostro cuore è con loro”. Il Sovrintendente Francesco Giambrone ha ricordato che ”sin dall’inizio del conflitto, tutto il Teatro dell’Opera di Roma ha scelto di non restare in silenzio esprimendo con forza il rifiuto di tutte le guerre. I teatri sono luoghi di confronto, di dialogo e di accoglienza. Ed è anche per questo che, in sintonia con gli indirizzi del Ministro Franceschini, stiamo lavorando per l’ospitalità di artisti ucraini”. “La Nuvola è un simbolo contemporaneo della città di Roma – ha sottolineato il Presidente di EUR Spa Marco Simoni. – Ha accolto eventi culturali, è stata il più grande hub vaccinale d’Italia e ha ospitato l’ultimo G20. Il luogo dove arte, solidarietà e impegno si incontrano è dunque il palcoscenico ideale per ospitare un concerto di beneficenza a sostegno del popolo ucraino, testimoniare la nostra vicinanza e supportare la pace”. “Siamo grati al mondo della Cultura che ha voluto sostenere l’operato della Croce Rossa Italiana – ha detto il presidente Francesco Rocca -. Sin dall’inizio del conflitto abbiamo dato il via a un ponte umanitario con l’Ucraina, a supporto delle numerose attività della Croce Rossa locali”. 

Fonte: Ansa

Per tutte le info: info@roma-news.it
 

 

Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.