gricia-romana

Gricia romana, 10 regole e trucchi per farla al meglio senza errori

La gricia è un primo piatto tipico romano ricco di gusto. Ecco i trucchi della ricetta per preparare al meglio la gricia romana e renderla irresistibile proprio come quella al ristorante.

I primi piatti più conosciuti della cucina laziale sono senza dubbio la carbonara e l’amatriciana. C’è però un terzo piatto meno conosciuto ma altrettanto ghiotto e irresistibile: la gricia.

Simile all’amatriciana ma senza sugo, la pasta alla gricia è una vera goduria per il palato. Un piatto apparentemente semplice ma che in realtà bisogna preparare con attenzione per la buona riuscita.

Vediamo insieme gli ingredienti che vi occorrono e i trucchi della ricetta per preparare al meglio la gricia romana e renderla perfettamente appetitosa proprio come quella degli chef.

Gricia romana: trucchi ricetta e procedimento

Volete un primo piatto che vi farà perdere la testa sin dalla prima forchettata? Preparate la ricetta della gricia romana seguendo alcuni trucchi e non ve ne pentirete!

Per prima cosa sappiate che per preparare la gricia potete utilizzare sia la pasta fresca come i tonnarelli o la pasta secca come spaghetti, rigatoni, bucatini, mezze maniche o spaghettoni.

Gli ingredienti principali e importanti per la buona riuscita della pasta sono il guanciale e il pecorino. Entrambi devono essere di qualità e cotti al punto giusto.

Il guanciale deve essere bello croccante, rosolato in padella a fuoco lento e tagliato non troppo sottile. Lo spessore dei pezzi di guanciale deve essere di almeno mezzo centimetro.

In questo modo risulterà croccantissimo fuori e morbido all’interno. Attenzione però a non bruciarlo! Il pecorino non si deve stracciare. Cercate di utilizzare il formaggio bello stagionato e finemente grattugiato.

In questo modo, durante la mantecatura il formaggio non si straccia e si forma una cremina deliziosa e irresistibile. Per quanto riguarda le quantità, considerate circa 60 g di guanciale e 50 g di pecorino per 100 g di pasta.

L’altro segreto consiste nella cottura della pasta. Scolatela al dente e terminate la cottura in padella con acqua bollente e condimento. Semplici passaggi e pochissimi ingredienti per un primo piatto da leccarsi i baffi!

INGREDIENTI (dosi per 4 persone)

  • 350 g pasta
  • 200 g guanciale
  • 200 g Pecorino Romano Dop
  • Sale, pepe qb.

PREPARAZIONE (circa 20 minuti)

Iniziate la ricetta tagliando il guanciale a tocchetti eliminando la cotenna. Mettetelo in una padella antiaderente e fatelo rosolare a fuoco lento finché non risulterà bello croccante.

Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente e scolatela ad un paio di minuti dal termine di cottura conservando l’acqua. Inseritela nella padella con il guanciale e completate la cottura.

Aggiungete un po’ d’acqua di cottura della pasta e quando sarà cotta, spegnete il fuoco e togliete la padella dal fornello caldo. Inserite il Pecorino grattugiato, il pepe e mantecate per un minuto.

Ora, preparate le porzioni e servite subito la pasta ancora calda. Per chi ama il pepe, può aggiungerne un po’ sopra. I piatti saranno puliti in meno di cinque minuti.

Buon appetito a tutti!

Fonte: Checucino.it

Per tutte le info: info@roma-news.it

Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.