polpetta-a-trastevere

Polpetta, a Trastevere il primo locale al mondo in cui si paga in “criptovalute”

Il ristorante romano guarda al futuro. Come si potrà pagare

Mai pagata una cena a base di polpette italiane direttamente in Bitcoin o in Ethereum? E’ questa l’esperienza che d’ora in poi, sarà possibile fare in un ristorante, non di New York, non di Dubai, ma di Trastevere.

Polpetta, il brand che ha tre ristoranti a Roma e uno a Fiumicino, diventa il primo ristorante italiano al mondo che permette di pagare in criptovalute tramite sistema decentralizzato e, per l’occasione, lancia una collezione di NFT per celebrare la cucina italiana. Ma proviamo a spiegare meglio come si pagherà nel locale romano, soprattutto per chi di criptovalute non ne sa assolutamente nulla.

Come si può pagare da Polpetta

Se, al momento, nei locali è possibile pagare contanti, con carta o con criptovalute, ma solo se queste vengono convertite in Euro, da Polpetta è possibile farlo direttamente con il proprio portafoglio digitale, sullo smartphone, in Bitcoin o Ethereum. Si tratta – assicura il team del ristorante romano – di un pagamento al 100% sicuro e certificato, grazie al principio fondante del sistema delle transazioni tramite criptovalute: la blockchain, un registro di contabilità condiviso ed immutabile che facilita il processo di registrazione delle transazioni e la tracciabilità dei beni (tangibili come una casa o un’auto, e intangibili come brevetti e copyright); praticamente qualsiasi cosa abbia un valore può essere rintracciata e scambiata su una rete blockchain, riducendo rischi e costi per tutti gli interessati. 

Che cos’è la collezione NFT

Come anticipato, per l’occasione, Polpetta ha creato “Metaballs”, una collezione di NFT che sta per ‘Non Fungible Token’ e non è altro che la chiave di interazione tra gli utenti e i beni e servizi di cui intendono usufruire. Se i bitcoin sono uno uguale all’altro, gli NFT sono ciascuno unico e irripetibile e per questo sicuri: ognuno di essi è una garanzia di identità e proprietà, per dirlo in parole povere è uno ‘smart contract’ grazie al quale è possibile (ancora in pochi Paesi al mondo) verificare transazioni, stipulare contratti ma anche acquistare beni reali.

La collezione Metaballs by Polpetta include 8800 pezzi che saranno lanciati ad un prezzo iniziale di 0,088 ETH (Ethereum) l’uno (circa € 210 ad oggi) e che si ispirano liberamente al menu di Polpetta, con una serie di tratti e sfondi specifici (ad esempio la Polpetta con la Spada Laser di Star Wars), alcuni dei quali saranno abbastanza rari e aggiungeranno valore al singolo NFT. Ci sarà poi una serie di pezzi ‘Leggendari’ ispirata ai Paesi del G20 – in un’ottica che guarda al mondo coinvolgendone i Paesi più influenti – che sarà venduta all’asta e offrirà privilegi esclusivi non ancora svelati. Sono previste tre uscite a settimanaì. Inoltre è già in fase di ideazione la seconda collezione di Polpetta ed alcune eventuali collezioni di Polpette Honorary.

Fonte: Roma Today

Per tutte le info: info@roma-news.it

Like (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.