ss-lazio-stop-the-war

Ss Lazio : Stop the war

Guerra in Ucraina, la Lazio entra in campo con la maglia “Stop the war”

Maglia speciale nel riscaldamento di Lazio-Napoli: i giocatori biancocelesti sono scesi in campo con un messaggio contro la guerra in Ucraina.

La guerra in Ucraina è ‘entrata’ anche nello sport e quindi nel calcio, con molteplici dichiarazioni di giocatori nel chiedere la fine dell’invasione da parte della Russia. Alcune federazioni, come quella polacca, si sono apertamente rifiutate di giocare contro la nazionale russa nelle qualificazioni ai prossimi Mondiali in Qatar del 2022 e la Lega Serie A ha stabilito che in questo weekend le partite inizino con cinque minuti di ritardo in segno simbolico di protesta. La stessa cosa che succederà nel big match di questa sera tra Lazio e Napoli, allo Stadio Olimpico di Roma, con i biancocelesti che si sono schierati apertamente contro la fine della guerra in Ucraina.

Lazio, in campo nel riscaldamento con una maglia contro la guerra in Ucraina

Per il riscaldamento in vista del match contro il Napoli, la Lazio è scesa in campo con una maglia bianca sopra quella tecnica con una bandiera dell’Ucraina e la scritta “Stop War”. Un gesto simbolico, come tanti altri, ma che è necessario in questo momento per dichiararsi contro qualsiasi ostilità. A venti minuti dal calcio di inizio, inoltre, lo speaker dello stadio ha lanciato un messaggio contro la guerra in Ucraina.

Lazio-Napoli, Spalletti a fine gara: ” Bravi a reagire dopo il pari di Pedro “

Spalletti batte nuovamente Sarri. Anche se questa volta la Lazio ha reso la vita difficile al Napoli. Un risultato bugiardo per quel che si è visto in campo. Un due a uno che rilancia gli uomini di Spalletti in vetta la classifica. Al termine del match,si è presentato in sala stampa dichiarando le seguenti parole:

“Eravamo entrati nel primo tempo con le giuste intenzioni, volevamo giocare la partita. Abbiamo sbagliato troppi palloni facili e con una squadra come la Lazio il tutto diventa sempre più complicato.La Lazio è cresciuta molto dalla gara di andata e quando ti recupera palla verticalizza e te li trovi tutti in corsa verso la linea difensiva. Abbiamo avuto delle situazioni complicate da dover sbrogliare. La partita poi è stata in equilibrio e nella ripresa abbiamo fatto meglio. Abbiamo cercato la vittoria e l’abbiamo ottenuta nel finale. Importante la reazione all’eurogol di Pedroche può toglierti la forza, la squadra invece si è riversata in avanti per cercare la rete della vittoria”.
Infine il mister ha commentato la vittoria anche ai microfoni di Dazn:

“Nel secondo tempo abbiamo meritato, la gara è stata messa in discussione con l’eurogol di Pedro ma prima c’erano state della situazioni importanti sotto porta. Tutti rompono i coglioni a questa squadra che non ha carattere, ora voglio vedere. Abbiamo giocato una partita che mette in evidenza che la squadra il carattere ce l’ha. La Lazio palleggia bene, non è quella dell’andata, ha valori individuali ma anche come collettivo”.

LA PARTITA – “Abbiamo concesso troppi palloni alla Lazio nel primo tempo, poi siamo andati a recuperla in situazioni di difficoltà. Loro giocano bene in verticale. Quando abbiamo fatto girare la palla anche noi gli abbiamo creato delle difficoltà, come nel secondo tempo. La partita era aperta a qualsiasi risultato, poi siamo stati bravi noi dopo il gol preso a riversarci subito in avanti. La Lazio sta giocando un buonissimo calcio, sto vedendo tante cose del calcio di Sarri.

LA CORSA SCUDETTO – “Se vogliamo dire che se non vinciamo il campionato abbiamo fallito è sbagliato. C’è una via di mezzo. Intanto siamo davanti a squadre che sono del nostro livello. Dobbiamo vedere anche cosa ci è capitato in questo periodo, è evidente che abbiamo fatto fatica anche per la Coppa d’Africa”.

Per tutte le info: info@roma-news.it
Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.