nicky-brian

MASTERCHEF ITALIA 11, L’INTERVISTA AL CONCORRENTE ELIMINATO NICKY BRIAN

La nostra intervista a Nicky Brian, il concorrente eliminato dall’undicesima puntata di MasterChef Italia 11.

Ieri sera è andata in onda l’undicesima puntata di Masterchef Italia 11, il cooking show più amato dagli italiani, prodotto da Endemol Shine Italy e trasmesso ogni giovedì alle 21.15 su Sky Uno (ma disponibile on demand, visibile su Sky Go e in streaming su NOW). L’ultima puntata prima dell’attesissima finale, che ci ha permesso di scoprire i nomi dei quattro finalisti di questa edizione del programma: Lia, Tracy, Carmine e Christian. Il loro accesso alla finale ha però significato l’eliminazione di un altro concorrente molto amato: Nicky Brian Perera, l’aspirante chef di origini srilankesi, nato a Roma e residente a Brighton. Nicky Brian era entrato nella cucina di MasterChef insieme alla fidanzata Andrealetizia, che aveva lasciato la MasterClass durante le prime puntate del programma.

Abbiamo incontrato via Zoom Nicky Brian, che è stato eliminato dopo un Pressure Test di grande difficoltà. L’ex concorrente ci ha subito spiegato cosa abbia significato per lui far parte del programma e come consideri il suo percorso: “Sono entrato pensando di saperci fare in cucina, mi sentivo come tutti gli altri, ma poi fallivo sempre, fino alla prova con il filetto alla Wellington dove ho toccato il fondo, poi ho cominciato a risalire, a ricostruirmi. Sono tornato alla ‘confidence’ che avevo all’inizio e ricostruendomi ho trovato una mia identità in cucina. Cucino seguendo tante influenze diverse, quella inglese, romana, dello Sri Lanka, il mio percorso a MasterChef rispecchia tutto questo e mi ha fatto capire come esprimermi in cucina. Sono convinto che la mia strada è la cucina, ho più abilità di altre persone e ne sono abbastanza sicuro.

L’esperienza nella cucina stellata

Nicky Brian ci ha raccontato anche l’esperienza nella cucina stellata, quella nel ristorante Da Vittorio della famiglia Cerea, che abbiamo visto nella puntata di ieri: “È stato incredibile e sono orgogliosissimo di aver potuto cucinare in un luogo incredibile come quello. Mi sento veramente grato a MasterChef per avermene dato la possibilità. La pressione era incredibile ma io mi sentivo a mio agio, come se fossi un vero Chef e stessi veramente cucinando il dolce per i clienti del ristorante.

Oltre all’esperienza nel ristante Da Vittorio, Nicky Brian ha ricordato con piacere altri momenti dell’esperienza a Masterchef: “Tra i ricordi più belli c’è per esempio la prova del food truck, è stato incredibile, vendere il cibo come se fossimo ad un mercato vero, è stato un bellissimo lavoro di squadra. Le esterne sono davvero il fulcro di MasterChef a mio parere, sono esperienze incredibili che non potresti mai vivere da nessun’altra parte. Le esterne sono state l’esperienza che più mi è rimasta impressa di tutto il programma.

Per quanto riguarda il suo futuro, come ha sottolineato più volte, la sua strada è quella della cucina, anche se Nicky Brian ha diverse idee su come portarla avanti: “So che lavorerò nell’ambito della cucina, la prima cosa che vorrei fare è uno stage, imparare direttamente degli Chef. Poter servire delle persone è un mondo che vorrei davvero apprendere. Vorrei anche applicare il design alla cucina, vorrei fare un evento, ad esempio, che includa il talento di mia sorella come cantante, vorrei cioè prendere piccoli artisti e farli collaborare con Chef e musicisti. Una mostra in cui l’esperienza dell’arte si unisca a quella della musica e della cucina. Ho tante idee che vanno al di fuori del concetto tradizionale di cucina. Il mondo di un ristorante mi fa un po’ paura, perché vuol dire dedicare tutta la tua vita a quello, forse in un futuro potrò, ma adesso non mi sento ancora pronto.

Il vincitore

Anche a Nicky Brian è toccata la nostra domanda di rito: chi vede come vincitore di Masterchef? “Io voglio Carmine come vincitore, ha un’identità di cucina particolarissima, è un vero genio. Tra gli altri tre sicuramente anche Tracy se lo merita veramente tanto, ce la vedo tranquillamente in finale. Anche Christian e Lia sono bravissimi, ma forse lui deve lavorare ancora sulla sua cucina. Io sono sicuro che mi sarei meritato la finale, avevo già in mente il menu!

E che cosa avrebbe cucinato in finale? “Un menu capace di unire le mie origini: qualcosa che sia tipico dello Sri Lanka ma anche dell’Italia, di Roma. Come antipasto un piatto che facciamo spesso a casa, un pancake ripieno di carne affumicato con le foglie di curry. Come primo la rivisitazione di una ricetta che da noi si cucina a capodanno, a base di riso e cocco. Ma avrei fatto anche degli spaghetti molecolari con gamberi al curry con una polvere di guanciale. Poi, per secondo, avrei usato sicuramente l’agnello, fatto alla scottadito e cucinato in crosta di spezie. Infine, per dolce, un finto uovo ripieno, ispirandomi alle tecniche imparate proprio nella cucina stellata. 

Fonte: Movieplayer

Per tutte le info: info@roma-news.it

Like (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.