Baccalà fritto

Baccalà fritto

Baccalà fritto: la ricetta perfetta per un panatura croccante e dorata

Il baccalà fritto è un piatto facile e molto saporito preparato con bocconcini di filetto di baccalà

impanati e poi fritti.

Protagonista indiscusso della tavola delle feste, si cucina in tutta Italia, ma appartiene alla cucina

tradizionale romana. Ottenuto attraverso un processo di conservazione sotto sale, il baccalà è tra i

pesci più amati per la sua versatilità e il gusto deciso.

Una volta dissalato, questo viene tagliato a pezzetti, passato nella farina e infine tuffato nell’olio di

semi bollente: il risultato sono dei bocconcini teneri al cuore, avvolti da una panatura semplice, ma

dorata e croccante. Perfetti come secondo piatto in accompagnamento a verdure di stagione,

possono essere gustati anche come antipasto o aperitivo.

Per una riuscita impeccabile, il baccalà deve essere già stato opportunamente ammollato: potete

acquistarlo già fatto o ammollarlo in casa tenendolo in acqua fredda per 24 ore e cambiando l’acqua

per 3-4 volte. È preferibile scegliere il filetto che dovrebbe contenere meno lische e avere uno

spessore più adatto alla frittura. Se preferite, potete realizzare una pastella leggera e fluida con

acqua frizzante ghiacciata e farina.

Per una frittura a regola d’arte, invece, vi consigliamo di utilizzare l’olio di semi di arachide: inodore
e con un alto punto di fumo, è tra gli oli migliori per questa tecnica di cottura.
Scoprite come preparare il baccalà fritto seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare il baccalà fritto:

  • Sciacquate e sgocciolate bene il baccalà ammollato
  • Eliminate la pelle tenendo ben salda la parte della polpa per evitare che si sfaldi
  • Tagliate il baccalà in pezzetti di circa 6-7 cm ciascuno
  • I pezzi dovranno essere asciutti e tutti, più o meno, della stessa dimensione
  • Versate la farina in una ciotola capiente
  • Impanate nella farina 2-3 pezzi di baccalà alla volta
  • Se preferite, una volta completati tutti i pezzi, potete ripassarli nuovamente nella farina per una doppia panatura
  • Friggete i bocconcini di baccalà in abbondante olio ben caldo, rigirandoli per farli cuocere in modo uniforme
  • Dopo circa 7-8 minuti, il baccalà fritto sarà ben dorato
  • Scolate il baccalà fritto su carta assorbente da cucina
  • Servite immediatamente

Conservazione

Vi consigliamo di friggere il baccalà e gustarlo caldo al momento.

Nel caso in cui vi sia avanzato, potete conservarlo in frigorifero per 2 giorni, in un apposito

contenitore ermetico, anche se perderà inevitabilmente di fragranza. Si sconsiglia la congelazione.

Fonte: Cookist

Per tutte le info: info@roma-news.it

http://www.lericetteromane.it/ricette

Like (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.