balloon museum

Balloon Museum

Balloon Museum

Balloon Museum: l’arte e il design incontrano la sostenibilità.

A Roma la prima mostra di Balloon & Inflatable Art composta da palloncini completamente biodegradabili.

I palloncini sono da sempre uno dei giochi più amati dai bambini, il simbolo per eccellenza delle

feste e delle ricorrenze più speciali.

Ma per i nostri ecosistemi, tutti i palloni di plastica che quotidianamente vengono dispersi

nell’ambiente non sono di certo una festa.

Nel cuore di Roma, dal 7 dicembre fino al prossimo 5 marzo, negli spazi del PratiBus District sarà

visitabile per la prima volta in Italia un museo interamente composto da palloncini 100%

biodegradabili e fabbricati con lattice di gomma naturale.

L’esempio perfetto dell’arte e del design che incontrano la sostenibilità.

Una mostra responsabile ma soprattutto ecosostenibile ideata e realizzata in modo da minimizzare

l’impronta ambientale sul territorio e per lasciare un’eredità positiva alla comunità.

Tutte le opere esposte, gli allestimenti e gli arredi fanno parte di un ampio programma di riutilizzo e

riciclo per la riduzione dell’uso delle materie prime, con un’attenzione particolare al corretto

smaltimento dei rifiuti prodotti dall’evento.

La mostra è un’esperienza unica e interattiva che attraverso le innovative opere di design realizzate

da alcuni dei più grandi artisti riconosciuti a livello mondiale e le installazioni ad alto tasso di

interattività riesce in un attimo a far tornare tutti bambini.

Ultime News dal Blog:

L’installazione “Scattered Crowd”, creata dall’artista William Forsythe, è formata da centinaia di

palloncini bianchi che fluttuano nell’aria e creano un percorso emotivo statico ma in continuo

movimento.

Dal 2002 William Forsythe, artista, ballerino e coreografo, ha viaggiato per il mondo con la sua

installazione audio-visiva “Scattered Crowd; esibita in gallerie, musei, banche ed altri spazi

architettonicamente significativi.

Immaginate centinaia di palloncini bianchi che fluttuano nell’aria e, manovrati dai passanti, creano

un intenso passaggio emotivo che diventa metafora di relazioni umane e di sentimenti.

La scenografia rende lo spazio espositivo isolato dal mondo esterno.

Lo spettatore quando cammina attraverso l’installazione ha la sensazione di essere completamente immerso in un’altra dimensione.

Può scegliere se toccare fisicamente, se sfiorare o meno i palloncini dalle diverse dimensioni ed

opacità che lo circondano.

L’intenzione di Forsythe con il pezzo è anche di riflettere la decisione umana sulle cose e sugli

elementi che lo circondano.

Fonte: Sportmediaset

Per tutte le info: info@roma-news.it
Like (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.